Missione “Mare Nostrum” in volo sul Mediterraneo

atlantic-sicuso

Da Sigonella (Sr) Seby Bella e Monica Colaianni.

Iniziamo il racconto di una giornata trascorsa con Il personale del 41′ Stormo Antisom, e l`obiettivo e` subito chiaro: verificare come il sistema delle nostre forze armate si integri e riesca a portare in salvo quante più persone possibile. La “Mission” dello Stormo e` certamente assicurare la vigilanza e la ricerca di minacce nei mari ma anche la sicurezza dei nostri confini, e la repressione di pratiche illegali tristemente conosciute: ” la tratta dei migranti”.

 

Dopo il Briefing di rito e la presentazione dell` equipaggio, composto da personale con migliaia di ore di volo ed esperienza indiscussa, ci avviamo dunque per prendere posto sul Brt1150 Atlantic, che porta sulle proprie ali 42 anni di servizio e nonostante 20140527-142128.jpgla vetusta` dei sistemi elettronici compie ancora bene il proprio dovere.

Il Comandante, Col. Pilota Vincenzo Sicuso, e il suo vice ci parlano di sistemi di sicurezza, e ci spiegano in che modo operano per portare in compimento la missione. Tutto deve ” Suonare come la filarmonica di Vienna” ogni uomo sa cosa fare e quando farlo nulla e` lasciato al caso, questa e` l`unica via possibile per la sicurezza del personale e la condizione necessaria per andare in volo a salvare delle vite. [sociallocker]

La speranza e` di non incontrare alcun barcone o nave madre, ultimamente con il bel tempo migliaia di migranti clandestini, senza documenti e carichi di speranza affrontano il Mediterraneo con la consapevolezza di dover approdare per poi scappare per il Nord Europa.

La Sicilia e` un primo punto del loro viaggio disperato, quasi nessuno dei migranti decide di restare,nonostante tutto il compito è salvarli.
Sono centinaia le morti nel mediterraneo, il Governo ha deciso di intervenire collegando all`attivita` di salvataggio anche quella di intelligence per assicurare alle forze di polizia i “ Signori della tratta” . Non sempre tutto viene raccontato, e se si porta come contropartita il solo costo dell` operazione, in un periodo come questo, l`occhio balza a quei 10 Mln di euro che ogni mese ci costa. Ma questo e` un “ Ticket” per rimanere a testa alta il Europa.

Dopo qualche ora di volo riusciamo a scorgere qualche tonnara, e un sommergibile in acque internazionali: tutto calmo e sotto controllo. L`assenza di barconi rappresenta un successo, almeno per oggi. [/sociallocker]

 

Lascia un commento


Translate »