Arrestato dalla mobile di Ragusa uno scafista con 3000 euro nelle ciabatte Video

Arrestato dalla mobile di Ragusa uno scafista con 3000 euro nelle ciabatte Video

infraditsoldiLa Polizia Giudiziaria arresta scafista tunisino responsabile di

aver condotto l’imbarcazione con a bordo 297 eritrei.
Lo scafista reo confesso nascondeva il guadagno di 3.000 dollari nelle ciabatte.

All’organizzazione quasi 450.000 dollari. Salgono a 62 gli scafisti arrestati nel 2014. In corso le operazioni di sbarco di altri 107 migranti e le relative indagini.

La Polizia Giudiziaria ha eseguito il fermo di KARAOUI Zied, nato in Tunisia il 02.02.1992, in quanto responsabile del delitto previsto dagli artt. 416 C.P. e 12 D.Lgs.vo 25.7.1998 nr. 286, ovvero si associava con altri soggetti presenti in Libia al fine trarne ingiusto ed ingente profitto compiendo atti diretti a procurare l’ingresso clandestino nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari eritrei.Il delitto è aggravato dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenzaillegale in Italia di più di 5 persone; perché è stato commesso da più di 3 persone in concorso traloro; per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale delle persone esponendole a pericolo perla loro vita e incolumità ed inoltre per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale le personesono state sottoposte a trattamento inumano e degradante.

Il fermato si è reso responsabile di aver procurato l’ingresso in Italia di 297 clandestini eludendo icontrolli di frontiera in quanto in modo preordinato chiedeva i soccorsi mettendo in serio pericolo di vita tutti i passeggeri eritrei.Alle ore 13.00 di giorno 7 u.s., nella banchina del Porto di Pozzallo giungevano le motovedette CP 274, CP 284 e CP 307 che trasportavano complessivamente 297 cittadini extracomunitari, molti dei quali donne e bambini, tutti eritrei.

 

Lascia un commento


Translate »