Catania ripulita dai militari di Sigonella, continua la “Missione” -Video

Di Monica Colaianni –È stata presentata oggi, presso la Direzione Ecologia e Ambiente del Comune di Catania, la prossima attività di volontariato ambientale dei militari americani di Sigonella, che martedì prossimo, faranno tappa alla spiaggetta di San Giovanni Licuti, un sito molto frequentato dai Catanesi e non solo.

La scelta di questa tappa è stata dettata anche grazie alle diverse segnalazioni che proprio di recente, insieme ai residenti, hanno denunciato la presenza di diversi rifiuti di ogni genere.

Anche questa volta a prendere parte a questa nuova “missione” di ripulitura, patrocinata dal comune di Catania, il Rotary Club Catania Duomo 150 e il Rotary Catania Ovest insieme ai ragazzi dell’Associazione studenti “Atlas” e Iteract Catania Ovest.

foto (4)Alla conferenza stampa, presieduta dall’Assessore all’Ambiente ed Ecologia Rosario D’Agata, sono intervenuti il Tenente di Vascello di Comando CT-F 67, Mark Richard capo della delegazione; il Sottotenente Maida Kalic e un rappresentante del Corpo della Marina Usa, Maresciallo Eugenio Dando, Accompagnati da Alberto Lunetta, responsabile della Comunicazione della base NAS Americana; inoltre sono intervenuti il Vice Presidente del Rotary Catania Duomo 150, Carlo Pafumi; il Presidente del Rotary Catania – Ovest, Vincenzo La Rosa, una rappresentanza dei ragazzi dell’Iteract e dell’Associazione Atlas, il dirigente del servizio Ecologia e Ambiente, Rosario Puglisi e la consigliera della seconda circoscrizione, Pina Rapicavoli.

L’appuntamento è quindi a martedì prossimo presso la spiaggetta di San Giovanni Li Cuti che dopo il ripristino,  sarà anche derattizzata, per poi finalmente restituirla ai cittadini che potranno usufruirne in questi ultimi mesi estivi.

D’Agata fa una raccomandazione ovvero: cercare di mantenerla pulita perché, non dimentichiamo, che la città e tutto quello che vi è intorno appartiene alla comunità e quindi dobbiamo essere i primi a fare in modo di mantenerla in buono stato; ovviamente anche l’amministrazione comunale dovrà fare la sua parte mettendo appositi cassonetti nei vari siti.

Lascia un commento


Translate »