Cose di casa nostra

Cose di casa nostra

Il recente episodio del vigile e della Polizia Municipale malmenato da un automobilista, in via Torino, ancorché deplorevole sotto tutti i punti di vista, testimonia, a parer mio, lo scollamento, sempre più evidente, fra la nobile istituzione e la cittadinanza. 

Del resto, quando, tragedia “La Fata” a parte, a tutte le lamentele-segnalazioni circa la conclamata presenza-assenza di taluni operatori, o non si risponde o viene, ciclicamente, riproposto il solito ritornello delle carenze organiche  e non si attua, comunque, una strategia tesa a valorizzare un’immagine positiva del Corpo, può essere, poi, inevitabile che accada qualcosa di spiacevole, dove, magari, paga il primo, per caso, per cui, fermo restando che i reati, a qualsiasi titolo, devono essere stigmatizzati e perseguiti adeguatamente, non sarebbe male che ognuno, ai propri livelli di responsabilità, non lasciasse nulla d’intentato per assolvere, compiutamente, i compiti di cui s’è preso, retribuito, cario.

Enzo Leotta – fax ricevuto

Lascia un commento


Translate »