Macellazione Clandestina a Piedimonte E. (Ct) Scoperta dai Carabinieri

Macellazione Clandestina a Piedimonte E. (Ct) Scoperta dai Carabinieri

DSC03355I Carabinieri della Stazione di Piedimonte Etneo unitamente a personale dell’A.S.P. dell’unità operativa territoriale di Giarre hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Catania un 41enne, del luogo, per detenzione di animali privi di identificazione e con stato sanitario sconosciuto e macellazione clandestina.

I militari, a conclusione di un articolato servizio di controllo finalizzato alla sicurezza alimentare e della salute pubblica, hanno proceduto ad alcune  ispezioni in diverse attività dedite allo smercio di prodotti alimentari.

Nel contesto di tale attività hanno effettuato anche una perquisizione domiciliare  nell’abitazione dell’uomo scoprendo che quest’ultimo nel garage aveva allestito un vero e proprio mattatoio con bancone attrezzato di vari arnesi atti alla macellazione e ganci d’acciaio appesi al tetto, per appendere la le carni e salumi in lavorazione, il tutto ovviamente in condizioni sanitarie molto precarie e scarsamente igieniche.

Inoltre all’interno di alcuni recinti in un’area attigua alla casa e di pertinenza dell’uomo i carabinieri hanno trovato 23 animali tra ovini, suini, bovini, caprini  quasi tutti privi dei prescritti requisiti di tracciabilità, identificazione e controllo sanitario, come il marchio auricolare per i bovini e ovo-caprini ed il tatuaggio per i suini, tutti destinati ad una macellazione in quei luoghi sprovvisti di ogni requisito igienico-sanitario.

In quest’ultima circostanza una delle pecore che era all’interno del recinto è stata trovata morte ed il 41enne è stato diffidato a smaltire la carcassa del povero animale secondo le procedure sanitarie.

Gli animali sono stati affidati allo stesso denunciato in attesa dei risultati degli accertamenti sanitari che già sono scattati.

Lascia un commento


Translate »