Ferragosto a Bordo della Motovedetta della Guardia Costiera etnea

Ferragosto a Bordo della Motovedetta della Guardia Costiera etnea

Di Seby Bella-

Sembra una giornata come tante, in mare le ore passano lentamente, oggi per giornata di Ferragosto, ci siamo trovati con IMG_3508l’Amm. Nunzio Martello e il suo staff per un reportage su “Mare Sicuro”, a bordo della  Motovedetta  Cp853 della capitaneria di porto di Catania generalmente impiegata in attività (s.a.r.), al comando del primo maresciallo Salvatore Bruno.

L’occasione è unica  perché vedremo a lavoro  le forze che la Guardia Costiera mette  in campo in occasioni di grande afflusso nelle spiagge e intenso traffico in mare. Così i militari della Guardia Costiera, fronteggiano le emergenze in mare che si presentano.

Ferragosto rappresenta quindi un grande impegno, Ammiraglio  come vi siete preparati per oggi?

Contramm. Nunzio Martello
Contramm. Nunzio Martello

“Gli uomini delle Capitanerie di Porto non si fermano mai, oggi il dispiegamento di forze  in mare e in aria è cospicuo, basti pensare che per far fronte al solo pattugliamento in mare ci sono 25 tra motovedette e pattugliatori,  da Porto Palo risalendo sino alle Isole Eolie.

Ammiraglio, ci spieghi come intervenite in questi casi e quali professionalità vengono messe in azione dai suoi uomini ?

“Oggi giornata di festa, ma questo vale per tutti gli altri; noi invece tutti i giorni dell’anno, con qualsiasi condizione di tempo e di mare, siamo in “campo” insieme a tutte le altre forze di pattugliamento per il controllo delle coste; questo significa che in maniera prioritaria abbiamo il compito  di salvaguardare la vita umana in mare, oltre alle consuete attività di salvaguardia dell’ambiente marino e delle aree protette,cercando di promuovere la cultura della sicurezza anche nelle scuole”.

Comandante D’arrigo, quanti e quali mezzi aerei oggi sono stati dispiegati?

P180 Guardia Costiera
P180 Guardia Costiera

“Per un pattugliamento efficace delle nostre coste il 2° nucleo aereo Guardia Costiera ha messo a disposizione tutti i mezzi disponibili: velivoli a lungo raggio Atr42-Manta, i più nuovi  elicotteri Aw139 e un aereo Piaggio P180-Avanti 2”

Che potenzialità e capacità operativa?

Aw139 Guardia Costiera
Aw139 Guardia Costiera

” Il “Manta” si occupa di ricerca a lungo raggio ed è anche in grado di scoprire abusi lungo le coste, mentre elicottero Aw139 nella versione  SAR (ricerca e soccorso) viene impiegato anche e sopratutto a tutela e salvaguardia della vita umana in mare. Il P180, velivolo a medio raggio, viene costantemente  impiegato per il controllo delle frontiere (Frontex) e per la vigilanza dei flussi migratori.

Durante le riprese la motovedetta è stata impegnata in un salvataggio – Video Qui

Lascia un commento


Translate »