Il Buon Natale tra ipocrisia e falsità

“Finalmente” Natale è alle porte, tutti siamo più buoni, ci vogliamo tutti bene, sprizziamo di gioia, siamo felici e contenti e non potrebbe essere altrimenti … perché è Natale e si sà a Natale non si può non essere felici ma soprattutto buoni e caritatevoli.

Però poi finito il periodo Natalizio ecco che si ritorna alla “consuetudine”, ritorniamo tutti com’eravamo prima di Natale: non c’è bisogno di essere buoni e caritatevoli, ora possiamo riprendere a farci i fatti nostri nella più totale indifferenza di quello che accade intorno a noi.

Magari siamo bravi a “farci carico” dei grandi problemi che affliggono il mondo disquisendone su Facebook e mostrandoci come i “paladini della giustizia” pronti a tutto, ma poi se ci troviamo di fronte qualcuno che ha bisogno del nostro aiuto o di una semplice parola di conforto o ancora semplicemente della nostra presenza, ecco che ci voltiamo dall’altra parte facendo finta di niente perché “tutti abbiamo problemi da risolvere….”.

Non ci preoccupiamo neanche minimamente di ferire, anche con un semplice gesto o con una parola, chi ci sta accanto, di calpestare i sentimenti degli altri, anche di chi ci vuole bene, ma l’importante è che a Natale siamo tutti buoni e tutti ci dobbiamo voler bene, siamo anche disposti a perdonare chi ci ha fatto un torto ma attenzione solo per Natale perché poi “moglie mia non ti conosco”…..

La verità è che viviamo in una società dove ognuno di noi è sempre più solo, dove l’importante è avere migliaia di amici su Facebook e per dimostrare a tutti quanto siamo felici postiamo continuamente foto di dove siamo con chi siamo, cosa stiamo facendo etc…. ed ecco tutti pronti a mettere un “like” e a lascare qualche commento del tipo “sei grande”… “bravo/brava”… e magari in realtà pensano “ma guarda che idiota” oppure “ma a me che me ne frega?” etc.

La realtà è che viviamo in una società fatta di ipocrisia e falsità, dove i valori sono stati calpestati, dove vige l’individualismo e solo a Natale si riscoprono le tradizioni, il senso della famiglia, il voler stare insieme etc… e poi per il resto dell’anno? Ci dimentichiamo di tutto.

Ma a proposito sarà veramente esistito questo Bambin Gesù?