L’HJO Jazz Orchestra dedica una serata alla musica sudamericana a favore degli allievi della Falcone e Borsellino

L’HJO Jazz Orchestra dedica una serata alla musica sudamericana a favore degli allievi della Falcone e Borsellino

CATANIA – Venerdì 15 aprile, ore 21.00, dopo il terzo sold out consecutivo l’HJO Jazz Orchestra nella cornice del Centro Culturale ZO, guidata dal M° Sebastiano Benvenuto Ramaci con la direzione artistica di Liliana Nigro e la collaborazione dell’Accademia Musicale Naima, ritorna a grande richiesta dedicando una serata evento al caldo e suadente mondo del Latin Jazz e alle trascinanti note musicali brasiliane.

Oltre due ore di musica dal vivo in cui i diciotto musicisti della big band siciliana si esibiranno interpretando i brani più carismatici delle orchestre latino americane spaziando da Perez Prado a Tito Puente sino ad Antonio Carlos Jobim. Mambo n.5, El Manisero summer samba e The girl from Ipanema faranno rivivere, fra i tanti pezzi proposti, la magica atmosfera delle affascinanti notti latino americane.

In occasione di questa concerto l’HJO Jazz Orchestra donerà come consuetudine ai piccoli e talentuosi musicisti dell’Orchestra Falcone e Borsellino un violino a simbolo e sostegno della lotta a favore della legalità intrapresa da “La Fondazione Città Invisibile” presieduta da Alfia Milazzo.

Consegneranno lo strumento musicale: Nello Correale, direttore artistico del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi che in questa XVI edizione collaborerà con i Festival del Brasile e di Cuba, il cavaliere Giuseppe Piccolo delle Cantine Privitera, che ha festeggiato da poco cento anni, e Don Antonello Di Benedetto, principe di Chios, legato alla comunità siciliana in Brasile.

Tutto il gruppo di artisti, diretto dal primo trombonista del Teatro Massimo Bellini di Catania, Sebastiano Benvenuto Ramaci, combatterà con il suono della propria musica per ridare a tutti quei ragazzi costretti a vivere in situazioni familiari difficili la possibilità di non rinunciare alla bellezza dei propri sogni dimostrando che ogni piccolo gesto può essere utile per regalare il sorriso a chi è meno fortunato.

Lascia un commento


Translate »