Donne che lavorano o mantenute?

Non è una novità che quando ci si riunisce fra amiche si parla di tutto, si spazia dagli argomenti più futili come il vestito da indossare per un evento particolare, al trucco, al posto dove andare a trascorrere una piacevole serata, etc; a discorsi un po’ più impegnativi. Durante una piacevole serata tra amiche parlando delle proprie esperienze di vita ci si è poste il problema se sono più “furbe” le donne che anche dopo un matrimonio ormai concluso e figlia a carico che fanno di tutto per andare avanti con le proprie forze senza chiedere niente a nessuno o per lo meno allo stretto necessario ma tenendo sempre alta la testa e realizzarsi nel proprio lavoro, mantenendosi e quando ci sono figli mantenendo anche loro, oppure fare la mantenuta o dal proprio ex marito, nel caso di separate o divorziate o dai propri genitori. E perché no la bella vita piace a tutti. Non avere problemi fare lo stretto indispensabile solo perché devi farlo e poi andare tranquillamente a divertirsi con gli amici o con l’amichetto di turno. Beh se ci guardiamo in giro, senza offesa per nessuno, ce ne sono di queste. Qui si apre un altro scenario, molto più serio che riguarda la nostra legislazione. È giusto che il marito dopo una separazione è costretto a lasciare la casa all’ex moglie e mantenere lei e i figli (nel caso in cui ve ne siano) e spesso con un tenore di vita tale da poter soddisfare tutte le esigenze? Visto che è così perché andarsi a cercare un lavoro? Non mi sembra che sia una cosa moto corretta e lo dico da donna, se sei giovane in grado di cercarti un lavoro perché non lo dovresti fare? Ritorniamo alle “categorie” di donne quelle che ogni mattina si alzano per andare a lavorare, che fanno di tutto per potersi realizzare anche nel proprio lavoro, che non mollano mai. Quelle che la sera tornano a casa sfinite e l’unica cosa che desiderano è un letto dove potersi finalmente rilassare per poi ricominciare l’indomani mattina, altro che discoteca. Questa “categoria” (separate o no) spesso è single ma no perché hanno qualcosa che non vada o per loro scelta, ma perché sono più impegnative e oggi gli uomini, non tutti, attenzione non si può fare di tutta l’erba un fascio, preferiscono quelle un po’ più free anche se sono divorziate o separate. Dopo un lungo dibattito ci siamo chieste: sono “fesse” oppure hanno un po’ di dignità? Non abbiamo trovato una risposta, tanto il mondo è bello perché è vario poi tocca sempre al singolo individuo scegliere.