BIOTAPPO, MARTEDÌ 20 SETTEMBRE ORE 10  CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

BIOTAPPO, MARTEDÌ 20 SETTEMBRE ORE 10 CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

Dopo aver annunciato la sua invenzione e come essa potrà cambiare la vita dei cittadini migliorandone la salute, il dottor Cristian Fioriglio martedì 20 settembre alle ore 10 presso il Dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e tecnologie avanzate ‘G.F. INGRASSIA’ in via Santa Sofia, 87 – Edificio C, piano 0, comparto 10, presenterà ufficialmente alla stampa il BIOTAPPO dimostrando concretamente come funziona.

Il BIOTAPPO – il cui brevetto è stato già depositato al Ministero dello Sviluppo Economico che ha conferito il titolo di invenzione industriale a tutela della salute del consumatore – permette all’utente, guardando l’esterno della confezione, di avere la garanzia di acquistare un alimento salubre oppure di essere di fronte a un potenziale alimento pericoloso.

Infatti per prevenire patologie a carico del sistema endocrino e per la continua esposizione al rischio di ingestione di sostanze inquinanti, il dottor Cristian Fioriglio – biologo catanese che opera da anni nell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Catania – ha inventato un tappo che dà al consumatore la garanzia di acquistare un alimento sicuro. In collaborazione con un’azienda del Nord Italia specializzata in vernici speciali, è stata studiata una vernice cangiante a una temperatura ritenuta pericolosa e che permette agli addetti al Controllo Qualità di verificare che lungo tutti gli step della filiera si è mantenuta una corretta conservazione dell’alimento, così come previsto dalle normative comunitarie.

Il BIOTAPPO diventerà quindi un vero e proprio CCP (punto critico di controllo), a garanzia dei consumatori.

È stato, infatti, dimostrato che la contaminazione da Bisfenolo A (BPA) – un composto organico potenzialmente pericoloso, in grado di imitare il comportamento di alcuni estrogeni – può essere presente nelle bottiglie di plastica, vecchie e nuove, esposte a temperature elevate. Le bottiglie in PET per l’acqua, infatti, durante il trasporto e lo stoccaggio che avviene prima della vendita, potrebbero subire variazioni di temperatura dovute all’azione diretta dei raggi solari.

Lascia un commento


Translate »

Powered by WordPress Popup