La Compagnia “Buio in Sala” ricorda Luigi Capuana nel centenario della morte con la fiaba “La pianta della parola”

La Compagnia “Buio in Sala” ricorda Luigi Capuana nel centenario della morte con la fiaba “La pianta della parola”

Giovedì 15 dicembre, ore 18.30 al Teatro Ambasciatori, in occasione del centenario della morte di Luigi Capuana la Compagnia “Buio in Sala” rappresenterà “La pianta della Parola” fiaba dello scrittore e giornalista catanese rielaborata e diretta da Giuseppe Bisicchia e Massimo Giustolisi.

Una storia divertente ed allegra ricca di gag e improvvisazioni, fedele al volere dell’autore e interpretata dagli attori Irene Tetto, Massimo Giustolisi, Marina Puglisi, Giorgio Cantone, Floriana Renna ed Alberto Crisafulli, che coinvolgerà anche i piccoli spettatori in sala cercando di spiegare il tema della disabilità attraverso la semplicità di sentimenti importanti come l’amore, l’amicizia e la tolleranza.

La vicenda della bella principessa Doralice che ha perso la voce a causa di un brutto spavento, arricchita dai preziosi costumi di “Baco da seta” e dai movimenti coreografici di Massimo Giustolisi con le musiche originali di Ettore D’Agostino, incarna perfettamente la funzione pedagogica del teatro in quanto punta a far riflettere, attraverso una comicità intelligente, in cui non mancherà l’epilogo finale del vissero felici e contenti.

Uno spettacolo adatto ad un pubblico di tutte le età che nell’epoca dell’incomunicabilità parlerà di diversità e dell’importanza di aiutare e comprendere chi ne ha bisogno.

Lascia un commento


Translate »

Powered by WordPress Popup