Prima siciliana per il regista catanese Alfredo Lo Piero con ”Figli del set”

Prima siciliana per il regista catanese Alfredo Lo Piero con ”Figli del set”

Di  Mariella Piccione – Ieri, presso l’auditorium delle Ciminiere di Catania, prima siciliana per il regista catanese Alfredo Lo Piero con ”Figli del set”, docufilm già presentato come evento speciale” al Giffoni film festival la scorsa estate, oltre che in altre significative manifestazioni cinematografiche.

”Figli del set” è nato da un progetto di Carlotta Bolognini (nipote del regista Mauro e figlia del produttore Manolo), che ama definirlo “un atto d’amore, nato da un libro dedicato al padre per i suoi novant’anni; nel corso di una cena organizzata dalla stessa Bolognini i figli d’arte, si raccontano, e attraverso loro testimonianze il regista Alfredo Lo Piero ricostruisce 50 anni di storia del cinema italiano, con la voce narrante di Giancarlo Giannini.

IMG-20170129-WA0004 IMG-20170129-WA0005 (1) IMG-20170129-WA0005

Nella foto: Saverio Vallone, Danny Quinn, Carlotta Bolognini, Alfredo Lo Faro, Salvo La Rosa
Nella foto: Saverio Vallone, Danny Quinn, Carlotta Bolognini, Alfredo Lo Faro, Salvo La Rosa

IMG-20170129-WA0007

Il docufilm, un mediometraggio girato tra Roma e Catania, rappresenta, come dichiara lo stesso Lo Piero, una lezione per il cinema di oggi”, tanto che il progetto, privo di scopo di lucro, verrà diffuso nelle scuole e in altri contesti culturali.

Dall’amore per il cinema all’impegno sociale: contestualmente a ”Figli del set”, l’eclettico Lo Piero presenta un’anteprima del suo ultimo lavoro, La libertà non deve morire in mare”, ad oggi ancora in fieri, un documentario che, come si evince dal titolo, è un viaggio attraverso i luoghi e i racconti di tutti coloro i quali fanno la traversata della speranza alla volta di Lampedusa, dove sono effettuate le riprese.

Alla serata presso le Ciminiere, presentata da Salvo La Rosa, sono presenti anche alcuni dei protagonisti di “Figli del set”, fra cui Danny Quinn e Saverio Vallone, oltre alla stessa Bolognini, in veste di ideatrice, cosceneggiatrice e produttrice.

L’opera ha anche ricevuto un encomio da parte del Presidente Mattarella, di cui Salvo La Rosa ha dato lettura nel corso della serata.

Lascia un commento


Translate »