La Polizia di Stato festeggia i suoi 165 anni sempre dalla parete dei cittadini

La Polizia di Stato festeggia i suoi 165 anni sempre dalla parete dei cittadini

Di Monica Colaianni – Nel magnifico scenario di Piazza Vincenzo Bellini si è svolto oggi il 165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato.

File_001 (2)La cerimonia si è svolta alla presenza del Sindaco di Catania, del Prefetto e delle Autorità civili e militari, che insieme alle donne e agli uomini della Polizia di Stato di Catania, hanno condiviso questo momento importante per il Corpo della Polizia che ogni giorno si impegna per garantire la garantire la sicurezza dei cittadini con un constante controllo del territorio per contrastare ogni tipo di reato.

Il Questore Gualtieri, inoltre quest’anno, ha fortemente voluto la presenza dei giovani che sono stati rappresentati dagli studenti dei Licei che hanno partecipato al concorso di elaborazione grafica artistica indetto della Questura, sul tema “Esserci Sempre” che rappresenta il leitmotiv della Polizia di Stato.

File_001 (1)Cinque sono stati i premi assegnati agli studenti per i loro elaborati: il Premio “Esserci Sempre” assegnato alla classe 1^ C dell’Istituto R. Guttuso di Giarre, il Premio Legalità andato alla studentessa Lo Bartolo Tatiana del Liceo Lazzaro di Catania, il Premio “Giovani Promesse” conquistato dalla classe 1^D dell’Istituto R. Guttuso di Giarre, il Premio Tecnica Stilistica assegnato alla classe 2^ B sempre del Guttuso di Giarre e, infine, il Premio Critica ben meritato da Favazza Ausilia dell’Istituto Capizzi di Bronte.

File_004 Tutti gli Istituti hanno ricevuto un attestato per la graditissima partecipazione che vuol essere un proposito per una futura, maggiore collaborazione.

Durante il suo discorso il Questoreha espresso il suo personale riconoscimento per tutti quei poliziotti, da sempre impegnati nella lotta alla criminalità a tutti i livelli, il cui impegno e sacrificio ha prodotto a Catania risultati che senz’altro possono essere considerati lusinghieri. Il Questore infatti ha messo in evidenza come in questi ultimi anni i reati siano diminuiti: Infatti, dall’analisi comparata dei dati relativi agli anni 2015, 2016 e 2017, risulta come nella provincia etnea siano calati di ben il 33% le rapine, del 20% i furti in genere, con punte del 40% per quanto attiene agli scippi, del 29% le estorsioni, e del 23% gli omicidi con un totale di – 20% per i reati in generale.File_005

Inoltre è raddoppiata anche l’attività di contrasto al traffico di stupefacenti e addirittura triplicata quella di contrasto agli eventi omicidiari.

Un quadro estremamente positivo che, però, non permette di abbassare la guardia, anzi, ogni traguardo raggiunto rappresenta un punto di partenza per nuove indagini e sempre maggiore impegno nell’azione di prevenzione e di controllo del territorio a difesa dei cittadini e delle attività economiche.

Un breve accenno, infine, ai poliziotti che maggiormente si sono distinti in attività di polizia giudiziaria o di soccorso pubblico, ai quali il Questore Giuseppe Gualtieri e il Prefetto Silvana Riccio hanno consegnato un riconoscimento premiale, loro riconosciuto dall’apposita Commissione del Ministero dell’Interno.

Lascia un commento


Translate »

Powered by WordPress Popup