A Torre del Grifo sport e impegno sociale per il “Gol del cuore”

“Realizzare progetti di prevenzione per una guida sicura nelle scuole e sostenere l’Associazione “Maris” di reumatologia infantile del Policlinico di Catania”. Questo il messaggio lanciato da Giovanni Calì, presidente dell’Associazione “SaperexGuidare”, dai microfoni della sala stampa di “Torre del Grifo Village Calcio Catania” durante la conferenza di presentazione dell’evento sportivo “Gol del cuore”, patrocinato dall’Ordine dei Medici, FIGC, e AIA.

New entry della Squadra Nazionale Attori e Cantanti il bomber azzurro Totò Schillaci che  giocherà, durante la manifestazione presentata da Giuseppe Castiglia e Floriana Lauritano, venerdì 12 maggio.

Hanno animato l’incontro culturale Domenico Gennaro, Maurizio Nicolosi, Fabio Abate, Giuseppe Schillaci, Eduardo Saitta, Carlo Ferreri e Loredana Marino, unica donna della squadra, in rappresentanza della Nazionale Attori e Cantanti,  la dottoressa Patrizia Barone, responsabile del centro di riferimento regionale per le malattie reumatologiche del bambino del policlinico di Catania, il dottore Nino Rizzo, medico ufficiale della nazionale attori e cantanti, Emanuela Pistone, regista, Liliana Nigro, docente dell’Accademia di Belle Arti,  gli attori Giovanni Maugeri, Giuseppe Cosentino e Gianluca Barbagallo.

“Sfideremo la squadra delle “Stelle Siciliane”- dichiara Domenico Gennaro- con lo spirito di chi vuole diffondere ai giovani e non solo un comportamento responsabile quando ci si mette alla guida di una macchina o di una moto”.Ed ancora aggiunge: “Per strada vedo ragazzi che chattano guidando il motorino senza curarsi della propria incolumità. Sono atteggiamentida evitare”. Una partita di calcio speciale giocata per  promuovere una guida corretta e per non dimenticare tutti quei giovani che hanno perso la vita in incidenti stradali, non solo per tragica fatalità, ma spesso a causa di violazione di regole come un uso sbagliato del telefonino, il casco non allacciato o addirittura non indossato oppure un controsenso imboccato per non arrivare in ritardo a quell’impegno mai portato a termine. “Sono felice- continua l’attore Maurizio Nicolosi- di poter contribuire ai progetti benefici della Squadra Nazionale Attori e Cantanti e prestare il mio volto a cause sociali che possano migliorare il nostro quotidiano”. L’attore Giuseppe Schillaci, interprete della fiction Rai “Maltese” con esperienze anche ad Hollywood:“Veicolare un messaggio importante come un comportamento sicuro quando si è al volante è un obbligo morale, soprattutto, per chi ha un’immagine pubblica capace di arrivare al cuore della gente”.

L’intero costo del biglietto sarà devoluto ai progetti dell’Associazione “SaperexGuidare” e all’Onlus Maris del policlinico di Catania.Alla manifestazione benefica interverranno alcune scuole calcio, categoria pulcini,  che si sfideranno nel Mini Torneo Gol del Cuore e sarà possibile assistere ad uno speciale spettacolo di ballo “Live Dance”.L’evento si concluderà con l’assegnazione del “Trofeo Antonietta Labisi”,  una borsa di studio per la fotografia e la consegna di dieci caschi offerti dall’azienda Gegomotor.

Accorato il grido d’aiuto della dottoressa Patrizia Barone, che spiega come la politica non stia tutelando la salute di chi soffre:  “Il centro di riferimento regionale per le malattie reumatologiche del bambino del policlinico di Catania è una realtà importante in Sicilia,ma con i tagli alla sanità praticati in quest’ultimo periodo alla nostra struttura non so quale sarà il futuro dei bambini malati di artrite reumatoide, costretti spesso a migrare verso il nord  ed usufruire dei servizi dell’ospedale Gaslini di Genova che cura i nostri figli con il contributo sanitario della regione siciliana”. Concetto rafforzato anche dal dottor Nino Rizzo, il quale sottolinea la precaria situazione sanitaria dell’isola e il mancato rispetto del diritto alla salute.

Il gol del cuore quest’anno ha deciso di donare i completini della squadra Stelle Siciliane all’associazione sportiva EGS, Educare giovani allo sport, costituita da ragazzi migranti arrivati nella nostra terra. “Lo sport- dice Emanuela Pistone ideatrice e promotrice del progetto “Isola Quassùd” dedicato all’integrazione dei migranti- da sempre riesce a creare sinergia e unione tra i diversi gruppi e l’opportunità del gol del cuore è un esempio da seguire ed imitare per aiutare chi è meno fortunato”.

A conclusione dell’incontro Giovanni Calì dando appuntamento alla partita di venerdì 12 maggio ha ribadito con forza l’impegno sociale dell’Associazione “SaperexGuidare”: “Le nostre strade sono piene di troppe lapidi e fiori in memoria dei tanti ragazzi che hanno perso la vita in  modo incoscientee solo attraverso una consapevolezza dei rischi può diminuire il numero delle tante vittime”.