Gli Americani della Base Navale di Sigonella festeggiano l’Independence Day

Gli Americani della Base Navale di Sigonella festeggiano l’Independence Day

Oggi 4 luglio in America si festeggia il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti e commemora l’adozione della Il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti il 4 luglio 1776, con la quale le Tredici colonie si distaccarono dal Regno di Gran Bretagna.

IMG_5660Come in America, anche alla base militare di Sigonella gli Americani hanno onorato questo importante giorno con una festa, che si è svolta il venerdì 30 giugno proprio per dare la possibilità a tutti di potervi prendere parte, dove Italiani e Americani si sono ritrovati per ricordare un avvenimento che ha cambiato la storia degli Stati Uniti d’America.

Alla Base, accompagnati dal responsabile della Comunicazione Dott. Alberto Lunetta, siamo stati accolti dal Comandante Brent Trickel, che ci ha spiegato come si sarebbe svolta la giornata:  <<Festeggiamo il 341° anniversario dell’indipendenza americana. E’ una festa che vogliamo condividere con i nostri amici italiani. Quello che vedete oggi è una festa tradizionale americana, quello che vedreste negli Stati Uniti  lo potete trovare qui alla Base>>.IMG_5660 IMG_5688 IMG_5689

Gli americani come ogni anno hanno allestito stand di ogni tipo dove si potevano gustare pietanze tipiche: dall’hot dog  tipico americano al chicken adobo, un piatto tipico delle Filippine, le costolette di maiale all’Hawaiana, e dolci di tutti i tipi.

Gli Stand ogni anno vengono allestiti dalle Associazioni di volontariato che operano dentro la Base e dai vari reparti. Il ricavato viene utilizzato per l’organizzazione della festa di Natale.

Una giornata all’insegna del divertimento con musica dal vivo, balli, giochi come la gara a chi mangia di più torte o il Cornhole, un gioco che probabilmente non tutti conoscono e che suscita anche un po’ di curiosità. Infatti pare che il Cornhole sia originario della Germania, dove, nel 1325 un mobiliere di nome Mathias Kuepermann, osservando dei bambini giocare a tirare delle grosse pietre in una buca, inventa un sistema meno pericoloso per divertirsi. Guardandosi intorno e vedendo la grande quantità di grano a disposizione nella sua Baviera decide che le nuove “pietre” saranno dei sacchetti riempiti con una libbra di chicchi di grano. Dopo un periodo di oblio, il Cornhole riappare in America, nella zona di Cincinnati dove, nel frattempo, erano giunti alcuni emigranti tedeschi. Lì fu il mais a riempire i sacchetti.

A chiusura della serata non potevano certo mancare i fuochi d’artificio.

Lascia un commento


Translate »

Powered by WordPress Popup