Schulz in visita a Catania, “Occorre una nuova politica europea in materia di immigrazione”

Servizio di Monica Colaianni Ieri Martin Schulz, presidente del Partito Socialdemocratico di Germania ed ex presidente del Parlamento europeo, è stato in visita a Catania accompagnato dal Ministro dell’Interno Minniti e accolto nella nostra città dal sindaco Enzo bianco.

Schulz ha visitano il centro per minori “Il Nodo” di via Nuovalucello dove ha incontrato la stampa.

“Questa non sarà certamente l’ultima visita che farò in Sicilia”, ha detto Schulz.


“Ho avuto modo di parlare anche con il Capo del Governo- continua il presidente del Partito Socialdemocratico di Germania – con il quale abbiamo discusso di una comune soluzione per risolvere il problema degli arrivi. Sappiamo che la maggior parte delle persone che giungono, circa novantamila emigranti, sbarca in territorio siciliano. È  certo che, a livello europeo, l’accordo di Dublino Due resta in vigore e quindi i Paesi che hanno confini esterni all’Unione Europea, devono farsi carico anche del problema dei rifugiati. Nonostante ciò in Europa dovremmo essere più solidali, questo vuol dire che tutti i Paesi dovrebbero partecipare alla ricollocazione dei migranti, il ché attualmente non avviene. Lo scorso anno la Repubblica Federale di Germania ha accolto molti rifugiati, molti emigranti provenienti dall’Italia, dalla Grecia e da Malta, contrariamente a quanto hanno fatto altri Paesi della Comunità Europea. Nel 2015 si è verificata un’ondata di flussi migratori e quindi è stato molto difficile sia per l’Italia sia per la Germania far fronte a quest’ondata massiccia”.

“È necessaria una nuova strategia per l’Africa, – ha concluso Martin Schulz – occorre una nuova politica Europea in materia di immigrazione. Deve esserci la possibilità di un accesso legale di questi migranti a livello europeo. Dobbiamo trasformare questo sistema, in cui i criminali sfruttano i migranti, quindi un sistema senza speranze, in un sistema di speranze che consenta un accesso giusto ed equo all’interno dell’ Unione Europea e soprattutto una ripartizione, a livello europeo, di questi rifugiati”.

Alla fine della conferenza stampa i ragazzi del consorzio il “Nodo” hanno offerto a Schulz e a Minniti due cestini di prodotti biologici.

Al termine della visita il Ministro e il presindente presidente del Partito Socialdemocratico di Germania si sono recati a Palazzo degli Elefanti dove hanno firmato il “Libro d’Onore”.IMG_6181

La giornata si è conclusa con una visita di Schultz e Bianco al monumento funebre del Cimitero di Catania dove sono sepolti diciassette migranti morti nel Mediterraneo e mai identificati. Nel mausoleo, sulle singole lapidi, al posto del nome è stato inciso uno dei diciassette versi della poesia “Migrazioni” del premio Nobel africano Wole Soyinka.
Schultz e Bianco hanno deposto dei fiori bianchiIMG_6201 sul mausoleo.IMG_6193IMG_6196

IMG_6168 IMG_6159

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *