“Gusto di campagna per le Scuole”, la scoperta della propria identità a misura di “bambino”

Avvicinare bambini e ragazzi al mondo rurale attraverso percorsi naturalistici specifici e indirizzati; far conoscere alle nuove generazioni il “sapore” del vivere a contatto con la natura nell’avvicendarsi delle quattro stagioni, ciascuna con le proprie peculiarità. Questi sono soltanto alcuni degli obiettivi del progetto “Gusto di campagna per le Scuole”.

L’iniziativa, realizzata da Valentina Musarra e promossa dall’associazione culturale Gusto di campagna, si rivolge ai piccoli studenti di età scolare e prescolare che, grazie al coinvolgimento dell’universo-scuola, avranno la possibilità di immergersi in un’esperienza nuova e dall’altissimo valore didattico e formativo.

“La mia formazione ed esperienza nell’ambito dell’agricoltura multifunzionale – commenta Valentina Musarra, operatrice didattica e redattrice del progetto – inizia nel 2008 a Roma come Tecnico per lo Sviluppo delle Fattorie sociali, poi assecondando la mia naturale empatia con i bambini mi sono specializzata nella progettazione di percorsi per l’infanzia e dal 2013 metto in relazione il mondo della scuola con la realtà rurale attraverso progetti educativi che coinvolgono aziende didattiche accreditate dalla Regione siciliana. Gusto di Campagna per le Scuole – spiega –  è il progetto che educa bambini e ragazzi al rispetto del territorio agricolo e archeologico partendo dal valore principe di queste due realtà: il tempo, inteso come stagionalità e come ‘tempo che fu’”.

Gusto di campagna per le Scuole è un progetto educativo che permette di riscoprire il valore del tempo e di soffermarsi su quei “momenti” che ci sono stati sottratti dai ritmi della realtà urbana in cui viviamo. Il continuo rincorrersi delle lancette lascia il posto alla naturale “lentezza” del mondo rurale in cui la vita del contadino e le stagioni si fondono in un sistema ciclico che rende immediatamente percepibile l’esistenza di un ordine naturale perfetto.L’esperienza e la consapevolezza del territorio come strumenti per scoprire la propria identità culturale.

“Con Gusto di campagna per le scuole – commenta la presidente dell’associazione Gusto di campagna,Pinella Costa Attaguile – si avvia un nuovo processo di promozione dei rapporti interattivi  città/campagna finalizzato a favorire la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dei territori agricoli  e dei beni culturali  ad essi collegati, in linea con gli scopi statutari della nostra associazione. Si attiva un processo unitario e insieme diversificato che mira a rafforzare nelle nuove generazioni il legame con la campagna, a sollecitare  in esse una riflessione sui beni collettivi delle aree rurali e a rendere gli ‘scolari’ protagonisti attivi di un cambiamento indirizzato a preservare la memoria e i valori dell’agricoltura”.

Tra gli obiettivi del progetto assumono particolare importanza l’educazione al “mangiare sano” attraverso la comprensione dei concetti di stagionalità e di filiera corta; la comprensionedel concetto di sostenibilità alimentare, delle varie tecniche di produzione agricola e dei comportamenti alimentari adeguati; la conoscenza della storia e delle caratteristiche dei luoghi.

Il percorso formativo proposto dall’associazione Gusto di campagna si fonda su un’attenta pianificazione dei tempi delle attività proposte, sull’organizzazione degli spazi e dei materiali affinché ciascun partecipante abbia pieno accesso all’esperienza rurale o archeologica ed è rivolto a una metodologia didattica di tipo attivo, in cui l’operatore diventa regista e facilitatore dei processi di apprendimento e di sviluppo globale dei partecipanti.

“Il progetto è divenuto realtà– commenta Mariagrazia Pavone, responsabile del coordinamento di Gusto di campagna e di O

fficina di Cultura Rurale – grazie al coinvolgimento delle aziende didattiche e delle professionalità presenti all’interno dell’associazione che, condividendo valori e intenti, hanno operato per rendere il progetto in linea con gli obiettivi di promozione e valorizzazione del mondo rurale. Il progetto – spiega – vuole essere un valido supporto didattico per insegnanti e dirigenti scolastici che attraverso la metodologia di apprendimento attivo riusciranno a coinvolgere gli alunni alla scoperta del meraviglioso equilibro che regola i meccanismi della natura che li circonda”.

Gusto di Campagna opera in partenariato con la “Retedelle Fattorie Educative” che garantisce, per le aziende didattiche coinvolte nel progetto, uno scrupoloso rispetto dei requisiti e degli impegni contenuti nella Carta della Qualità della Retecon particolare riguardo ai metodi di produzione, alla formazione professionale degli operatori, ai

 

luoghi di accoglienza, alla didattica e alla sicurezza.

I percorsi, suddivisi in tre categorie (in azienda, in classe e archeologici) si svolgeranno in aziende didattiche accreditate dalla Regione Sicilia, ulteriore garanzia di sicurezza, di idoneità dei luoghi e di professionalità degli accompagnatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *