“NATALE AL BELLINI”: PER UN REGALO SPECIALE SCEGLI LA MUSICA A TEATRO

“NATALE AL BELLINI”: PER UN REGALO SPECIALE SCEGLI LA MUSICA A TEATRO

Torna a grande richiesta “Natale al Bellini”. Sul fil rouge del successo delle due precedenti edizioni, il Teatro Massimo Bellini invita la città a condividere la magia della musica anche durante le festività. Sono in programma quattro straordinari appuntamenti: la “Fantasia di Natale” con l’Orchestra del Bellini diretta da Carmen Failla nell’esecuzione di celebri composizioni ispirate all’evento (20 dicembre, ore 19); le suggestioni del Gospel con l’ensemble Vincent Bohanan and The Sound of Victory Fellowship Choir (27 dicembre, ore 20,30), “Il suono dell’immagine” con il compositore Paolo Vivaldi che eseguirà dal vivo le proprie colonne sonore, abbinate alla proiezione di estratti delle fiction tv da cui sono tratte (29 dicembre, ore 20,30); infine il benvenuto al 2018 con il Concerto di Capodanno (ore 19) che vedrà sul podio un maestro del calibro di Gianluigi Gelmetti, direttore principale ospite del Teatro.

«A Natale, lo spirito di aggregazione della città trae nuova linfa da questa rassegna, in cui le diverse animedella musica convergono per esaltare le emozioni, intense e condivise, che rendono speciali le Festività», evidenzia il sindaco di Catania Enzo Bianco, Presidente del Consiglio d’Amministrazione del Bellini.

«Vogliamo essere un teatro per tutti anche in occasione delle festività – sottolinea il sovrintendente Roberto Grossi – grazie a proposte e prezzi vantaggiosi, che mirano ad avvicinare i giovani e le famiglie, per vivere insieme le suggestioni che solo l’esperienza della musica a teatro sa regalare».

 E veniamo ai dettagli della programmazione. «Ancora una volta – dichiara il direttore artistico Francesco Nicolosi –  il Teatro Massimo Bellini rinnova un’offerta di qualità che combina la grande tradizione della musica classica, dell’opera e dei valzer, con la spiritualità dei canti afroamericani e le più moderne colonne sonore». S’inizierà a vivere l’atmosfera delle feste già a partire da mercoledì 20 dicembre con il concerto “Fantasie di Natale”, dedicato a famose pagine dedicate alla Natività o collegate alla ricorrenza, a cominciare da Torelli e dal suo Concerto grosso op.8 n.6 in sol minore in forma di Pastorale per il Santissimo Natale. O come la celebre Suite dal balletto “Lo schiaccianoci” di Čajkovskij, la cui azione si svolge proprio la notte della Vigilia; o l’Idillio di Sigfrido, regalo di compleanno di Wagner alla moglie Cosima, nata proprio il 25 dicembre; per la precisione il brano venne eseguito per la prima volta il giorno di Natale del 1870, anno successivo alla nascita del figlio Sigfrido. In programma anche gli incantevoli e brillanti “Sleigh Ride” e “A Christmas Festival” di Leroy Anderson. E ancora “Once in Royal David’s City” di Gauntlett e Concert Suite from “The Polar Express” di Silvestri e Ballard, brani entrambi arrangiati da Jerry Brubaker. Senza contare il delicato “Les patineurs valse” di Waldteufel.

Mercoledì 27 dicembre salirà alla ribalta il gruppo Vincent Bohanan & The Sound Of Victory Fellowship Choir. La formazione, che nasce dalla collaborazione tra un artista eclettico come Bohanan e un coro selezionatissimo, è nota per le partecipazioni alle incisioni discografiche di CeCe Winans e di Mariah Carey. Sarà questo ensemble a regalare al pubblico etneo i più gioiosi e coinvolgenti canti gospel dell’area metropolitana di New York City, in un viaggio musicale che toccherà Africa e Groove Soul, tra i ritmi e le memorie del Continente Nero e il patrimonio afroamericano.

Venerdì 29 dicembre alle 20.30, musica e immagini si incontreranno nelle colonne sonore composte ed eseguite dal vivo da Paolo Vivaldi, con la proiezione di estratti dalle più note fiction tv: “Rino Gaetano”, “Olivetti, la forza di un sogno” “Pietro Mennea, la freccia del Sud”, fino a “Non essere cattivo”. Un vero e proprio percorso narrativo raccontato da Paolo Vivaldi attraverso la musica, con la collaborazione del pianista Alessandro Sartini.

“Natale al Bellini” si concluderà lunedì 1 gennaio con il tradizionale Concerto di Capodanno affidato all’autorevole direzione di Gianluigi Gelmetti che guiderà l’Orchestra e il Coro istruito da Gea Garatti Ansini, in un programma che spazierà dal valzer all’opera. Nella sala del Sada risuoneranno gli echi viennesi di Johann Strauss figlio, evocati da brani celeberrimi come “Sul bel Danubio blu”, l’Ouverture dal “Pipistrello”, la travolgente “Tritsch-Tratsch-Polka”, insieme alla fastosa “Radetsky March” di Strauss padre. A queste creazioni, manifesto dell’Austria Felix, si alterneranno alcune tra le pagine sinfoniche e corali più amate del repertorio operistico italiano: la Sinfonia da “La gazza ladra” di Rossini, il suggestivo coro “Va’ pensiero” dal “Nabucco” verdiano, e ancora lo struggente Intermezzo di “Cavalleria rusticana” e il solenne “Inno del Sole” da “Iris”, entrambe partiture di Mascagni; fino a “Bevo al tuo fresco sorriso” dalla “Rondine” di Puccini, un’anticipazione del titolo che inaugurerà la Stagione lirica 2018. www.teatromassimobellini.it

Lascia un commento


Translate »

Powered by WordPress Popup