Militari americani di Sigonella ripuliscono il Lungomare catanese

Militari americani di Sigonella ripuliscono il Lungomare catanese

CATANIA – Un gruppo di circa trenta volontari americani appartenenti all’Associazione di Giovani Marinai dell’Ospedale Navale di Sigonella (NAVHOSP JEA) ed alla Polizia Militare della base USA (Security) si è attivato questa mattina (12 maggio 2018) a sostegno dell’iniziativa ambientale denominata: “Mantieni pulito il lungomare di Catania!”, promossa dall’Ufficio Relazioni Esterne della base USA.
L’attività è iniziata nella prima mattinata con la rimozione di rifiuti vari dalle rocce di pietra lavica dell’incantevole lungomare di Catania, costantemente deturpate da comportamenti incivili che danneggiano l’ambiente costiero etneo. Presente all’evento anche un delegato dei Lions Club della Circoscrizione Etnea con i quali la base USA ha collaborato in diverse occasioni per promuovere progetti di solidarietà proprio come avviene con altri Club Service (Rotary, Kiwanis , FIDAPA) e varie associazioni culturali e di volontariato dell’isola. I militari americani non sono infatti nuovi a questo tipo di iniziative che vengono periodicamente riproposte in diversi comuni della Sicilia Orientale e Centrale. Recentemente, i militari a stelle e strisce sono stati impegnati in diversi progetti di riqualificazione di siti storici (Parco Archeologico di Morgantina, Cimitero di Guerra del Commonwealth di Catania e Rifugio Sapienza in occasione della Giornata della Terra del 22 aprile scorso).

“L’iniziativa si inquadra nel consolidato programma di amicizia con la nazione ospitante, denominato Community Relations, che da diversi anni vede impegnata tutto l’anno la base americana in attività di volontariato ambientale, civico e linguistico-culturale a supporto di vari enti caritatevoli (parrocchie, mense dei poveri, case famiglia, centri socio educativi per disabili, ecc,) e scuole siciliane, soprattutto quelle delle periferie catanesi, si pensi alla recente adozione di due scuole di san Cristoforo, che si concretizza in circa 200 progetti l’anno svolti all’esterno della base a favore dei Siciliani ed a costo zero,” spiega Alberto Lunetta, Responsabile Comunicazione della NAS Sigonella americana. Un’attività che viene costantemente svolta. a turno, da tutti i reparti e comandi della base USA, impegnati peraltro in attività simili anche all’interno della base per la stessa folta comunità americana, ed adesso anche dal contingente NATO presente a Sigonella.

Nel corso degli anni, oltre alle diverse attività linguistiche presso le scuole e di solidarietà presso le parrocchie, l’Ufficio Relazioni Esterne della base ha infatti infatti organizzato numerosi progetti ambientali in collaborazione con le soprintendenze siciliane presso diverse province siciliane: Siracusa (Castello Eurialo, Anfiteatro Romano, Arsenale Greco, Tempio Zeus, Villa Romana del Tellaro, Museo Paolo Orsi, Penisola di Magnisi di Augusta, Tombe di Ferla), Catania (Terme dei Benedettini, Terme della Rotonda, Chiesa di San Niccolò l’Arena, Anfiteatro Romano, Scavi di Monte Iudica. Mura Dionigiane, Casa del Vaccarini, Casa del Mutilato, Parco Archeologico di Ramacca), Ragusa (Ipogeo di Calaforno) e Palermo (Tempio di Himera).

“La base USA di Sigonella è l’unica al mondo a svolgere progetti di volontariato ambientale nei siti storico-archeologici siciliani sotto la stretta supervisione delle autorità locali e quasi sempre in partnership con volontari di associazioni siciliane. Un’attività premiata nel 2015 dal Comando Generale della US Navy e recentemente riconosciuta anche dalla Regione Siciliana. Progetti, ovviamente, non di natura tecnica ma di semplice, ma sempre importante, riqualificazione ambientale,” spiega Lunetta.

Lo scorso 13 aprile, la Regione Siciliana ha infatti premiato la Base americana di Sigonella per l’impegno di volontariato ambientale presso il Centro Fieristico Le Ciminiere con un Attestato di Benemerenza al Valore Ambientale che è stato consegnato, a nome del Presidente della Regione Nello Musumeci, ad una delegazione militare USA, composta da militari appartenenti alla Marina, Aviazione e Corpo dei Marines, dal Dirigente Generale Dipartimento Acque e Rifiuti Salvo Cocina per l’impegno di volontariato ambientale nell’ambito della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti. Un evento, durante il quale, sono inoltre stati premiati diversi enti pubblici, associazioni e imprese per avere proposto, messo in atto e divulgato azioni concrete e buone pratiche per la riduzione dei rifiuti.

L’Assessore all’Ambiente del Comune di Catania Rosario D’Agata, che ha fornito sacchi e guanti ai volontari, ha ringraziato i marinai di Sigonella per l’ennesimo progetto di volontariato volto a educare il pubblico alla conservazione dell’ambiente marino e sensibilizzarlo riguardo alla problematica dei rifiuti. Un’evento di volontariato ambientale, animato da uno spirito di amicizia e fraternità tra americani ed italiani, volto a promuovere i valori della cittadinanza attiva.

Lascia un commento


Translate »