Inizia dall’Aeroporto di Sigonella la giornata Siciliana di Papa Francesco

Inizia dall’Aeroporto di Sigonella la giornata Siciliana di Papa Francesco

Sabato 15 settembre 2018, Papa Francesco è giunto sull’Aeroporto militare di Sigonella da dove ha iniziato la giornata in Sicilia e incontrato i Fedeli a Piazza Armerina (EN) e Palermo.

Dopo avere lasciato il Vaticano nella prima mattinata, il Pontefice è partito dall’Aeroporto di Ciampino e raggiunto quello Siciliano con un velivolo Airbus 319 dell’Aeronautica Militare (AM). A poi raggiunto le successive tappe a bordo di un elicottero della stessa Forza Armata, il VH 139A del 31° Stormo di Ciampino. Il rientro a Ciampino in serata da Palermo Boccadifalco.

A Sigonella, il Pontefice è stato ricevuto dall’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale di Brigata Aerea Amedeo Magnani, e dal Comandante del 41° Stormo e dello stesso Aeroporto, Colonnello Pilota Francesco Frare.

Breve ma intensa la sosta a Sigonella, tant’è che il Santo Padre, nel ricevere il crest di reparto, ha anche lasciato indelebili sull’albo d’onore dell’ente le seguenti parole: “Al Personale, militari e civili, dell’Aeroporto di Sigonella, con la mia benedizione chiedendo una preghiera per me…..Francesco 15 – 9 – 2018”.

Per l’occasione, sia a Ciampino che a Sigonella, il personale dell’AM ha svolto funzioni di supporto per facilitare ed assicurare tutte le operazioni a terra di accoglienza e ricovero degli equipaggi, dai crew chief, ai mezzi anticendio, al rifornimento di carburante, al servizio meteorologico, al controllo del traffico aereo, alla sicurezza delle infrastrutture e tutti quei servizi minori ma necessari per intraprendere al meglio le attività demandate.

Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze di Supporto e Speciali dell’AM di Roma, ha il compito di fornire il supporto tecnico, logistico, amministrativo ed operativo al 41° Stormo Antisom – dotato di velivoli P-72A, al 61° Gruppo Volo – dotato di APR tipo Predator ed ai Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando – al contempo – i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Nell’ambito dei servizi alla collettività, fornisce supporto di linea volo 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, a voli militari e di Stato, nonché a quelli per il trasporto aereo sanitario di organi e di pazienti bisognosi ed in imminente pericolo di vita. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti di Sigonella, Catania-Fontanarossa e Comiso.

Lascia un commento


Translate »