Scordia intitola un Largo al Sottotenente Pilota Leonardo Ferrulli

Scordia intitola un Largo al Sottotenente Pilota Leonardo Ferrulli

Tutta la cittadinanza ha voluto così onorare il grande coraggio e l’altruismo dimostrati dalla Medaglia d’Oro al Valor Militare caduto nel catanese il 5 luglio 1943

 

Il giorno 14 dicembre 2018, l’Aeronautica Militare (AM) ha partecipato a Scordia nel catanese alla cerimonia di intitolazione di un Largo alla memoria del Sottotenente Leonardo Ferrulli, Ufficiale Pilota della Regia Aeronautica, scomparso valorosamente nei cieli della Sicilia il 5 luglio 1943.

Il Sottotenente Ferrulli, nato a Brindisi il 1 gennaio 1917, in servizio presso il 4° Stormo, il pomeriggio del 5 luglio del 1943, nel corso di un combattimento aereo, solo contro 30, dopo aver abbattuto 2 velivoli nemici, veniva colpito ad un’ala.  Con il velivolo danneggiato dopo aver tentato di ristabilirne l’assetto senza riuscirci, con eroico senso del dovere, decideva di non abbandonare il velivolo e, per evitare una strage, lo conduceva oltre l’abitato di Scordia, sacrificando la propria vita e salvando di fatto quella di tantissimi cittadini che potevano rimanere coinvolti nel tragico schianto.

Promosso ed organizzato dal Comune di Scordia, all’evento erano presenti Autorità civili e militari del catanese, scolaresche e tantissimi Cittadini locali.

Diverse le Associazioni Combattentistiche e d’Arma presenti anche con i propri Labari; tra queste l’Associazione Arma Aeronautica di Brindisi – intitolata proprio al Sottotenente Ferrulli – e quella di Catania con in testa i loro rispettivi Presidenti, i Generali di Brigata Giuseppe Genghi e Placido Casella.

L’AM era presente con un picchetto armato e personale proveniente da Sigonella capeggiato dal Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Gianluca Chiriatti.

Dopo un corteo che si è mosso dal comune, la cerimonia, introdotta da uno dei promotori Filippo Scavo, ha avuto inizio con la scopertura della targa alla memoria dell’Eroe e proseguita con la deposizione di un omaggio floreale sottolineata dalle note del silenzio.

A seguire, l’intervento del Generale Genghi che, con un appassionato e commosso ricordo, ha brevemente illustrato la figura e la storia del giovane Pilota, evidenziando le doti militari, la passione, lo spirito di sacrificio e l’altruismo anche a scapito della propria stessa vita.

A margine dell’evento, hanno preso la parola il Colonnello Chiriatti e del Sindaco di Scordia Francesco Barchitta che, hanno sottolineato la solennità dell’evento e l’importanza di tenere sempre viva la memoria storica dei Caduti, nell’assolvimento del proprio servizio a difesa della Patria. Entrambi hanno concluso il loro intervento con l’auspicio che, con l’intitolazione della piazza proprio in un luogo frequentato da giovani, “la memoria del Sottotenente Ferrulli possa servire da stimolo ed esempio alle nuove generazioni, perché i valori che lo hanno ispirato nella sua breve vita sono ancora oggi quanto mai importanti ed attuali”.

Questa la motivazione della Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria concessa al Sottotenente Leonardo Ferrulli:

“Il cuore generoso, l’audacia eccezionale, l’abilità impareggiabile, avevano fatto di lui il simbolo eroico della nostra arma combattente. In numerosi aspri combattimenti per 20 volte piegò, vincendola, la baldanza nemica. Non ritornò da un meraviglioso combattimento nel quale, solo contro trenta, aveva ancora due volte fatto fremere il sacro suolo d’Italia con l’urto del nemico abbattuto. Nell’ora grave della Patria, sfatando l’alone di invulnerabilità che si era creato, volle additare a noi, ingiustamente superstiti, la via della gloria e dell’onore. Esempio luminoso di una vita posta con superba dedizione al servizio della Patria”. Cielo dell’Africa Settentrionale del Mediterraneo e della Sicilia, 10 giugno 1940 – 5 luglio 1943.

Lascia un commento


Translate »