CATANIA, MILITARI AMERICANI DI SIGONELLA E VOLONTARI DEL PUNTO LUCE DI SAVE THE CHILDREN INSIEME PER ABBELLIRE IL CENTRO”

CATANIA, MILITARI AMERICANI DI SIGONELLA E VOLONTARI DEL PUNTO LUCE DI SAVE THE CHILDREN INSIEME PER ABBELLIRE IL CENTRO”

Ieri, sabato 23 novembre, una nutrita delegazione di circa 30 persone tra militari e civili della Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella (NAS), appartenenti all’Ospedale Navale e accompagnati dal Responsabile Relazioni Esterne della NAS americana Alberto Lunetta, ha trascorso la mattinata al Punto Luce di Catania per “sporcarsi le mani” con i bambini e le mamme del Centro per riqualificare il cortile e i giardinetti dei locali di Via Sebastiano Catania dove si svolgono tutte le attività. Tutti a lavoro per ripulire, fare giardinaggio, abbellire i muri esterni con piccole decorazioni murarie e infine per un finale e conviviale rinfresco di prodotti tipici siciliani.

“Una mattinata trascorsa in armonia in e per una comunità viva e pulsante a cui i giovanissimi militari a stelle e strisce hanno dato il loro prezioso e generoso sostegno”, spiega Agnese Gagliano, Responsabile del Punto Luce di Catania e ideatrice dell’iniziativa, che ha accolto calorosamente i volontari americani insieme al suo staff. 

Il Punto Luce di Catania è un centro per minori finanziato da Save The Children Italia ubicato nel quartiere di San Giovanni Galermo in cui quotidianamente oltre 70 bambini hanno l’opportunità di praticare attività gratuite culturali, sportive e ricreative.

L’evento, volto alla diffusione del senso civico nel quartiere di San Giovanni Galermo, si inquadra anche nel progetto di prossimità e socializzazione “Community Relations” che i volontari americani svolgono da anni nell’isola per ricambiare l’ospitalità che essa  le offre sin dal 1959. 

“E’ stata una giornata all’insegna della fratellanza e dell’integrazione interculturale tra la comunità americana di Sigonella e gli abitanti del quartiere di San Giovanni Galermo nel quale i volontari del Punto Luce svolgono un’attività encomiabile di sviluppo culturale e crescita sociale”, ha detto Lunetta. 

Lascia un commento


Translate »