Rosa D’Argento: Premiazione Donne Marina USA della NAS Sigonella e professioniste italiane per l’impegno durante la pandemia

Rosa D’Argento: Premiazione Donne Marina USA della NAS Sigonella e professioniste italiane per l’impegno durante la pandemia

Gravina di Catania– L’anfiteatro comunale di Gravina di Catania “Turi Ferro” ha ospitato, lo scorso 25 giugno, la prima edizione del “Premio Rosa D’argento” un riconoscimento promosso dalla Sezione di Catania dell’Associazione I Convegni Maria Cristina di Savoia per premiare il grande impegno delle donne che hanno avuto un ruolo chiave nella gestione della pandemia del Coronavirus, un insidioso morbo che ha colpito tutto il mondo, sconvolgendo le abitudini e modi di vivere di tutti.
“Questo premio vuole esprimere la nostra gratitudine per la passione, la dedizione e la professionalità che queste donne hanno mostrato durante questi mesi difficili”, ha spiegato Milena Calabrò, presidente dell’associazione, che ha ideato e organizzato l’evento.

Presente all’evento una delegazione dell’Ospedale Navale della base statunitense (NAVHOSP) della NAS Sigonella, accompagnata dal Responsabile delle Relazioni Esterne della base USA Alberto Lunetta, alla quale è stato conferito il riconoscimento. In particolare, sono state premiate il Tenente di Vascello Tiffany Lichtenwalner per la gestione della pianificazione vaccinale ed il sottufficiale sanitario Fila Clark (premio ritirato dal marinaio Sierra Hardy) per l’attività di assistenza sanitaria durante l’emergenza pandemica all’interno del nosocomio della base statunitense.

Le altre donne premiate per la loro abnegazione ed alta professionalità nel periodo della pandemia sono: la dott.ssa Maricia Roccaro, nefrologa e direttore sanitario del Centro Emodialisi di Bronte, impegnata dal marzo scorso nella gestione dei pazienti covid tra Torino e la Sicilia. (La dott.ssa Roccaro ha inoltre fondato l’associazione di volontariato Humanity che si occupa di fornire assistenza sanitaria e socio-assistenziale ai malati fragili non autosufficienti che vivono in famiglie disagiate); la prof.ssa Graziella Benedetto, docente di sostegno e la giornalista Lella Battiato Maiorana.

All’evento è intervenuto il sindaco di Gravina Massimiliano Giammusso il quale ha ringraziato l’organizzatrice Milena Calabrò e l’Assessore alla Cultura Valentina Cavallaro per l’iniziativa e si è detto felice e orgoglioso di avere patrocinato un evento di alta valenza culturale che ha anche fornito l’occasione ai partecipanti di riprendere la socialità perduta a causa di un anno di lockdown.
L’evento è stato allietato dalle splendide performance della Società di Danza Catania e dall’ Etna Country Style Line Dance Academy. Erano presenti i seguenti ospiti: Console onorario di Grecia Arturo Bizzarro e la moglie Adriana, Alberto Asero e il maestro Troina ed il dott. Salvo Alia.

Lascia un commento


Translate »