Sold out e numerosi bis per il concerto rock di Renny Zapato e i Distortion Reverb

ShareCATANIA- Le note della rock band “DistortionReverb” capitanata da un istrionico e acrobatico Renny Zapato animano e appassionano la notte del Drunk Bros, spettacolo musicale nell’ambito del Motor Fest. Un vero concerto di rock’n rollstile californiano che ha coinvolto i numerosi presenti, sin dal primo brano rockabilly boogie del pioniere degli anni cinquanta Johnny Burnette, dove Zapato re indiscusso della serata, promossa da Harley Davidson, ha riscaldato i cuori ardenti dei numerosi motociclisti … Leggi tuttoSold out e numerosi bis per il concerto rock di Renny Zapato e i Distortion Reverb

GUARDIA DI FINANZA, CATANIA: 245° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL CORPO

Questa mattina, nel giorno della ricorrenza anniversaria della Fondazione del Corpo, il Comandante Provinciale di Catania, Generale Antonio Nicola Quintavalle Cecere, ha ricordato il sacrificio dei Finanzieri caduti nell’adempimento del dovere deponendo una corona di alloro al monumento alle Fiamme Gialle ubicato nella piazza cittadina di San Francesco di Paola.

Alla breve cerimonia di omaggio ai militari caduti ha preso parte il Presidente della Sezione catanese dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, ente costituito da personale della Guardia di Finanza in congedo che promuovere l’unione fra tutti i militari del Corpo, in servizio ed in congedo.

Le Fiamme Gialle etnee celebreranno il 245° Anniversario della Fondazione del Corpo, alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose della provincia, nel corso di unacerimonia che si terrà il prossimo 25 giugno,presso la Caserma “Angelo Majorana”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania.

L’evento, aperto alla partecipazione degli organi di stampa, avrà inizio alle ore 18:30, e a conclusione della cerimonia verrà diramato apposito comunicato stampa nel quale saranno altresì illustrati i risultati di servizio conseguiti dai Reparti etnei.

“Jackson Friends” live show il tributo al re del pop Michael Jakson

CATANIA- Grande attesa per l’undicesima edizione di “Jackson Friends Live Show”, un vero tributo al re del pop Michael Jackson che sabato 22 giugno, nel decennale della sua scomparsa, vedrà avvicendarsi sul palco del parco commerciale Le Zagare la partecipazione di numerosi artisti siciliani che tra danza e canto ricorderanno l’artista più premiato ed applaudito nella storia della musica internazionale.

La serata evento, promossa dal parco commerciale Le Zagare in collaborazione con l’associazione Promopaola con la direzione artistica di Sina Borrata e Rino Puleo e presentata da Barbara Gricoli, sarà suddivisa in due momenti: alle 17.30 le più importanti scuole di danza di Catania, Palermo, Messina, Siracusa ed Enna omaggeranno l’artista statunitense definito dalla critica internazionale come l’uomo più famoso del pianeta con diversi momenti di spettacolo che coinvolgeranno i presenti in un viaggio musicale tra i grandi successi del cantautore e ballerino come “Thriller”, “BillieJean” o “Bad” per dare spazio alle 20.30 almomento più atteso il live show di “Jackson Friends” con il performer Rino Puleo, che interpreterà il cantante con numerosi cambi di costume e strabilianti effetti speciali.

Il performer durante l’esibizione sarà accompagnato dai musicisti Enzo e Mirko Augello alle batterie, Graziano Manuele, Orazio Fontes alle chitarre, Roberto Schembrialle tastiere, Daniele Castania al basso con il corpo di ballo composto da Agata La Mela, Stefania Rizzo, Miriam Bivona, Alessia Costa, Sabrina Di Vita, Cristian Verna, Alex Bottarosulle coreografie curate da Sina Borrata. “Lo spettacolo- dichiara emozionato Rino Puleo– arriva a Catania dopo un tour nazionale per tutto lo stivale che ha fatto tappa anche a Malta e in Tunisia con consensi da parte di critica e di pubblico compreso il plauso di Frank Cascio stretto collaboratore di Micheal Jackson”.

Al centro Zo la presentazione della quarta stagione di prosa contemporanea di Teatro Mobile

CATANIA- Teatro Mobile di Catania, nato da un’idea di Francesca Ferro, presenterà la quarta stagione di prosa contemporanea 2019/20 martedì 25 giugno, ore 11.30, a Zo Centro Culture Contemporanee.

Sarà una chiacchierata informale- dichiara il direttore artistico Francesca Ferro- con i protagonisti di questa stagione, un resoconto dei tre anni di attività e la presentazione delle tante interessanti novità di questo nuovo anno di vita”.

Il Teatro Mobile di Catania giunto al quarto anno si conferma l’unica realtà teatrale catanese a produrre spettacoli di prosa contemporanea, con attività di ricerca e scrittura di testi inediti, assicurando una programmazione strutturata in un regime totalmente autofinanziato. 

L’inclusività, la tendenza ad aprirsi alla città, a collaborare con svariati teatri, associazioni culturali o semplici addetti ai lavori provenienti da realtà trasversali- prosegue Francesca Ferro-continuerà ad essere l’unica strada da percorrere per la rinascita culturale della città. Ed ancora aggiunge: “Vogliamo costruire anno dopo anno insieme a tutti gli eccellenti artisti che lavorano con noi un teatro fatto bene che vuole raccontare storie vere ed interessanti alla gente”

Grande partecipazione per la giornata conclusiva di Dance Day 2019, l’evento fitness più atteso dell’anno

CATANIA- Oltre 1000 persone hanno partecipato alla giornata conclusiva della seconda edizione di Dance Day 2019, l’evento fitness più atteso dell’anno, promossa dal parco commerciale Le Zagare ed organizzato dall’associazione “InMove” in collaborazione con “PromoPaola”. 

Una domenica all’insegna dello sport e del divertimento con Les Mills, Zumba Fitness, Jazzercise, Sambafit, Round Boxe, Ginnastica Ritmica e Arti Marziali le discipline insegnate dai diversi personal trainer presenti nell’arco di una domenica speciale sotto il sole di giugno a tutti coloro che hanno voluto provare ad imparare qualche nuovo movimento, per scaricare la tensione e tenersi in forma senza necessariamente andare in palestra. 

Grandi applausi per l’esclusiva partecipazione del ballerino Vincenzo Di Primo che classificatosi quarto nell’ultima edizione di “Amici di Maria De Filippi” 2019, il talent più seguito ed amato della tv italiana, direttamente dagli studi di Canale Cinque, ritorna nella sua Catania per riabbracciare, tra selfie e autografi, tutti coloro che l’hanno sostenuto e votato durante la serata finale. Particolare la manifestazione d’affetto verso il ballerino di una bambina che ha gli ha donato il suo peluche preferito con una letterina- poesia a lui dedicata suscitando la commozione generale.

Ruly Rodriguez Mr Ataca Bro feat. Besford, famoso per il suoTacatà, in questa giornata speciale dedicata alla salute e al benessere ha girato parte del videoclip del suo ultimo singolo“Rico Rico che presto sarà diffuso in rete su tutte le piattaforme digitali. 

Gli ospiti internazionali “Cuban Flex”, ballerini di Reggeton con milioni di visualizzazioni su you tube, nel pomeriggio si sono esibiti in una performance d’alto livello conquistando ovazioni da parte dei numerosi fan e del pubblico.

Alla fine della manifestazione molti dei presenti hanno voluto lasciare al box accoglienza dei messaggi di ringraziamento agli organizzatori come quello di Maria che ha scritto: “Eventi come questi sono da ripetere più spesso, soprattutto in estate, perché danno la possibilità di vivere in armonia nuove esperienze senza necessariamente dover fare viaggi costosi o andare dall’altra parte del mondo dando alle famiglie medie la possibilità di divertirsi”.

Al via la XVIII Kermesse di moda Teatrale. Annunciati i nomi dei vincitori

CATANIA – “Da ben diciotto anni gli allievi della professoressa Liliana Nigro non smettono di regalarci nuovi successi ed emozioni”. Con queste parole Vincenzo Tromba, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania,  dalla sala congressi dell’Hotel Principe di Catania spiega il progetto didattico e culturale della XVIII Kermesse di Moda Teatrale che si svolgerà venerdì 28 giugno, ore 21.00, a Villa Pantò. Iniziativa organizzata da Liliana Nigro e promossa dall’Accademia di Belle Arti con il sostegno di Maison Du Cochon, il Consorzio Gonimos Servizi, Hotel Il Principe Catania, Agostino Zanti parrucchieri, Show Business Catania, Demetra Officine Fotografia, Nicotra Formazione e ObyWhan agenzia di viaggi .

In passerella nell’elegante scenografia creata da Aldo Zucco sfileranno oltre trecento abiti e costumi teatrali disegnati e creati da ben 150 allievi dell’Accademia di Belle Arti appositamente per l’elegante serata di gala coadiuvata dalla direzione tecnica degli assistenti Iolanda Manara, Stefania Giuffrida, Giulia Riga, Veronica Maugeri, Roberto Vinciguerra, Lidia Di Mauro e Piero Giuffrida.

Tema di quest’edizione, dal titolo Stelle e strisce- Gran Varietà”, la parità di genere per sensibilizzare la comunità verso chi sceglie di vivere la propria sessualità diversamente ricordando i grandi costumisti e stilisti come, fra i tanti, Luca Sabatelli, Piero Tosi e Milena Canonero, che tra lustrini e paillettes richiameranno alla memoria i fasti delle iconiche subrette come Wanda Osiris o Raffaella Carrà.  

Hanno animato la conferenza stampa, coordinata dalla giornalista Elisa GuccioneLiliana Nigro, curatrice ed ideatrice della longeva manifestazione, Vincenzo Tromba, direttore dell’Accademia di Belle Arti, Carmelo Rosario Cannavò, attore e regista,Nicola Costa, attore e regista, Gino Astorina, attore, Francesco Francois Turrisi, musicista e cantante,Angelo Vitti, stilista, Toni Agnello, membro Consorzio Gonimos, Gabriella Grasso, Teatro delle Vanità .

L’incontro è stato arricchito dalla presenza di alcune modelle che hanno indossato per l’occasione gli abiti della scorsa edizione. 

Ricevere un premio a casa propria- dichiara Nicola Costa- è sempre fonte di grande gioia ed emozione, perché un riconoscimento assegnato da un Istituzione pubblica come l’Accademia di Belle Arti di Catania fa sperare che esiste un futuro per il teatro inteso come arma di comunicazione ed educazione e non come poltrona politica da dove gestire e manovrare la cultura per i propri interessi”. Dello stesso parere Carmelo R Cannavò: “Gli sforzi economici non indifferenti di chi si occupa di promuovere cultura offrendo un buon prodotto teatrale ad un pubblico sempre più esigente da chi non riceve finanziamenti pubblici vengono premiati da gratifiche professionali ed anche personali come il premio assegnato dall’Accademia di Belle Arti di Catania”.

Parole forti e dirette che intendono premiare non solo l’impegno degli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo e i giovani e talentuosi stilisti della Maison Du Cochon ma anche le tante eccellenze siciliane che si sono distinte per il loro impegno culturale.

Per la longeva e prolifica carriera sarà premiato con un’esclusiva creazione realizzata appositamente dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti l’attore Andrea Tidona indimenticabile protagonista nel ruolo del pittore comunista de “I cento passi”, il procuratore capo Giacomo Fiesole ne “Il giudice meschino” e volto di Giovanni Falcone nel “Capo dei capi”, Rocco Chinnici in “Paolo Borsellino” e “il dottor Alfredi” in “Braccialetti rossi” una vera eccellenza siciliana che con la sua arte ha dato luce e spazio alla nostra terra, protagonista indiscusso tra Teatro, Cinema e Televisione. Per aver saputo raccontare la Sicilia in maniera trasversale ed eterogenea l’intera commissione dell’Accademia di Belle Arti di Catania premia come Personaggio dell’Anno l’attore David Coco, interprete della pluripremiata serie “Il cacciatore”, protagonista di eccellenti spettacoli teatrali come “La creatura del desiderio” e prossimamente al cinema nel ruolo di Piersanti Mattarella nel film di Grimaldi dedicato all’omicidio del presidente della Regione Siciliana assassinato da Cosa nostra. A Gino Astorina e quelli del Gatto Blu con le loro battute, gag esilaranti e la voglia di non prendersi mai sul serio raccontando da ben trent’anni Catania e la “liscia” tipica dei catanesi in spettacoli divertenti ed intelligenti va il premio Teatro eSpettacolo. Per la sezione “Sviluppo Culturale” si aggiudica il premio Nicola Costa e Il Centro Studi Teatro e Legalità Accademia d’Arte drammaticarealtà teatrale tra le più innovative ed intelligenti capaci di contrastare attivamente con spettacoli di denuncia contro la mafia e il femminicidio la crisi del teatro catanese. Per la sezione Libri il premio va allo scrittore Ottavio Cappellani raffinata penna di successo apprezzata e recensita anche dal New York Times per l’ultima fatica letteraria “La Sicilia spiegata agli eschimesi”, Sem edizioni, da cui è stata tratto l’omonimo spettacolo diretto da Guglielmo Ferro. “La vera storia del bandito Giuliano” pièce in due atti sul re di Montelepre, storia ancora oggi a distanza di settant’anni avvolta nel mistero, diretta Carmelo R. Cannavò, dopo due anni di repliche applaudita da critica e da pubblico si aggiudica il premio come spettacolo dell’anno. Per la sezione musica e radio sarà premiato Francesco Francois Turrisi cavaliere del rock anni ottanta made in Catania. Lo stilista Luca Litrico firma internazionale ed acclamata dalle passerelle di New York, Londra, Tokyo, Parigi e Mosca si aggiudica il premio per la sezione Moda. A Rita Angela Carbonaro mamma di un tempio del sapere come  le biblioteche riunite Civica e Ursino Recupero va il premio alla cultura. Ad Elisa Franco apprezzata attrice e regista teatrale va il premio per la sezione Teatro. A Davide Cordova in arte Fuxia protagonista del film “Più buio di mezzanotte” del regista Sebastiano Riso applaudito a Cannes e premiato con ben sei nastri d’argento va il premio come performer. Al fashion blogger Luciano Aristide Russo esperto di moda si aggiudica la sezione comunicazione e marketing.

Diretto ed immediato l’intervento di Gino Astorina: “Chi arriva al successo facendo il lavoro dell’attore è un privilegiato e dobbiamo sempre ringraziare chi crede in noi, perché fuori di qui ci sono altri cento, forse più bravi, che non hanno avuto la nostra stessa fortuna”. 

Conclude l’incontro Liliana Nigro: “Ho sempre creduto nell’impegno e nella costanza dei miei ragazzi e lotto quotidianamente da ben diciotto anni affinché le loro creazioni e la loro arte ottengano nel mondo del lavoro il giusto spazio che meritano per un futuro dove i loro sogni possano diventare concretezza reale e tangibile”. La serata di gala del 28 giugno sarà arricchita dalla performance di burlesque interpretata dal Teatro delle Vanità, dalla collezione dello stilista romano  Angelo Vitti, mentre gli abiti da sposa della maison Amelia Casablanca concluderanno sotto un cielo di fuochi d’artificio la XVIII kermesse di moda teatrale.

Conto alla rovescia per la presentazione-concerto evento di “Avevo un beat” dei The Bluff

CATANIA- Dopo aver infiammato gli studi Rai di Stracult con il brano “Avevo un beat”, tormentone dell’estate 2019, i The Bluff”, il dream team del rock’n roll catanese composto da Francois Francesco Turrisi, (voce e chitarra) Renny Renato Zapato, (voce), Carmelo Mel Quartarone, (batteria), Luke Luca Nicotra, (voce e chitarra solista), Carmelo “the Big Bamboo” Sfogliano, (voce e piano), Silvio “the Lord” Chiodo, (basso), Giuseppe “Peeppo” Aiello, (sax), il meglio del rock degli anni ottanta con il loro irrefrenabile ritmo, l’irresistibile simpatia e l’innegabile bravura martedì 25 giugno, ore 22.30, al bar lido Esagono presentano alla stampa e agli appassionati di musica a suon di twist, rock’n roll e ovviamente beat la loro ultima fatica musicale.

“Ognuno di noi- raccontano Renny Zapato e Francois Turrisi front man della band ideatori del video stile american graffiti diretto da Mel Stoutman– quando sale sul palco dopo i primi tre secondi dimentica i problemi lavorativi e si diverte dando libero sfogo alla propria anima adolescenziale, perché sono convinto che almeno due vite dobbiamo averle in quanto quell’arco di tempo che va dai 18 ai 50 anni avviene in un battito di ciglia ed è necessario non prendersi mai troppo sul serio e dare spazio alle nostre qualità”.  

Un sound contagioso che mescola sapientemente il beat degli anni sessanta insieme al grande rock degli anni cinquanta con delle sfumature che ricordano lo stile internazionale e sofisticato di Ray Charles e il primo Peppino Di Capri creando un mix unico e coinvolgente che i sette cavalieri del rock made in Catania  amalgamano perfettamente creando qualcosa di unico, che  con il suo ritmo trascinante fa ballare uomini e donne di tutte le età anche i più timidi. 

“La musica è una ricarica mentale che ti permette di rimanere sempre giovane e un po’ folle ed è quello che accade a tutti i componenti dei The Bluff-  continuando divertiti Renny Zapato e  Francois Turrisi che durante la presentazione-concerto distribuiranno anche merchandising come magliette con la riproduzione della copertina del singolo disegnata da Claudio Greg Gregori-. C’è lo stesso spirito di quando ci si rincontra dopo anni con i compagni di scuola e indipendentemente da cosa si è diventati scatta quella magia e goliardia tipica dei quindici anni, dove il tuo obiettivo è divertirsi e vivere appieno quello che si sta facendo”.

Il progetto discografico “Avevo un beat”, prodotto dalla Rockers Island records e mixato daTony Carbone ex Denovo che oggi ritorna sul palco nuovamente ad abbracciare il basso con Francois e Le coccinelle, ha riunito tutti i front man dei gruppi storici dei Rockfellas, Melotones, Rhino Rockers e Le coccinelle, contagiando tutta Italia che presto vedrà i “The bluff” in concerto in giro per la penisola con la loro sana voglia di divertirsi e divertire in nome del rock.

Modeo (SiciliAntica): “ La Regione non è in grado di gestire il nostro patrimonio culturale”

ShareLa Regione Siciliana non è in grado di gestire l’immenso e straordinario patrimonio culturale dell’Isola e lo dimostra ormai da anni. Questa elefantiaca macchina amministrativa è e continua ad essere inutile e dannosa, uno stipendificio per dirigenti e funzionari caratterizzato da sprechi, scelte politico-amministrative suicide e mancati investimenti. Nell’”Isola dei Paradossi” della “Repubblica delle Banane” … Leggi tuttoModeo (SiciliAntica): “ La Regione non è in grado di gestire il nostro patrimonio culturale”

9° Congresso Provinciale Sindacato Autonomo di Polizia: Coco riconfermato Segretario Provinciale

Nella giornata di Venerdì presso la sala conferenze dello Sheraton, si sono svolti i lavori del 9° Congresso Provinciale del SAP, il maggiore Sindacato della Polizia di Stato di Catania. L’iniziativa ha permesso ai 70 delegati provinciali e a tantissimi iscritti al SAP, di partecipare in autoformazione alla conferenza tenuta in mattinata   sulla proposta di legge “Garanzie funzionali per le Forze di Polizia  – decreto sicurezza”.

L’iniziativa legislativa è stata magistralmente illustrata direttamente dal suo proponente l’on. Gianni Tonelli, Segretario Generale Aggiunto del SAP con gli autorevoli interventi degli altri relatori del convegno l’on. Avv. Enzo Trantino, il Magistrato Sebastiano Ardita, componente del CSM, il segretario nazionale SAP Rosario Indelicato e lo stesso Segretario Provinciale del SAP di Catania Giuseppe Coco.

I lavori del convegno si sono conclusi alle ore 13 perriprendere nel pomeriggio quando i 70 delegati SAP, hanno proceduto alle elezioni per il rinnovo degli organi statutari provinciali.   

All’unanimità, i delegati provinciali, hanno rieletto Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia, l’Ispettore Superiore Giuseppe COCO che verrà coadiuvato dai vice Segretari Provinciali, anch’essi riletti, Leonardo MACALUSO, Antonio BELLO, Antonio BASILE, Domenico Villari e dal nuovo eletto Francesco ALTAVILLA. 

Scelto anche il nuovo Consiglio Provinciale, composto da 30 consiglieri, in rappresentanza degli oltre 600 iscritti  SAP della provincia di Catania.

Il Segretario Provinciale Giuseppe COCO nel suo discorso ha ringraziato per la fiducia accordatagli tutti i delegati , garantendo il massimo impegno sia a carattere locale che a livello nazionale per assicurare adeguati strumenti che garantiscano la sicurezza degli operatori della Polizia. 

Al convegno hanno partecipato le Autorità cittadine tra cui il Sindaco , il Prefetto Vicario e il Questore di Catania.

BELPASSO: IL TAR DA’ RAGIONE AL COMUNE. NO AL PARCO COMMERCIALE ALLE “TORRETTE”

BELPASSO – “Siamo più che soddisfatti dalla sentenza del Tar di Catania che ha respinto definitivamente il ricorso presentato da una società edilizia: no al centro commerciale in località Gattaino, dove invece potranno essere realizzati solo i 32 appartamenti già previsti con l’approvazione del Piano di lottizzazione nel 2010. E’ il giusto riconoscimento per il forte impegno politico delle ultime due Amministrazioni che hanno voluto dare un segnale chiaro contro l’idea di sviluppo della città che non corrisponde alla nostra e, riteniamo, neanche alla maggior parte della cittadinanza”. Lo dichiara il sindaco Daniele Motta, dopo aver ricevuto la sentenza del Tribunale amministrativo di Catania. La società Le Torrette Srl è stata anche condannata al pagamento delle spese processuali in favore del Comune. Il contenzioso è scaturito dalla delibera n. 49/2018 del Consiglio comunale che rigettava l’istanza di “assentire una variante ad un piano di lottizzazione per la realizzazione di un “centro commerciale” di media struttura da costruire e poi vendere…”. La società ricorrente (Le Torrette srl) è proprietaria di un esteso terreno sito in Belpasso, tra la XII traversa e la via VIII Retta Levante , ricadente in zona C1 di espansione del Piano regolatore generale.

“Questa Amministrazione, come la precedente guidata da Carlo Caputo, insieme all’organo consiliare, presieduto da Gaetano Campisi, sono contrari all’uso indiscriminato del territorio. Non vogliamo un ulteriore consumo del suolo, non riteniamo utile e necessario la realizzazione di nuove cubature per uso edilizio in una città che ha già migliaia di vani inutilizzati e, soprattutto, non riteniamo opportuna la realizzazione di un nuovo centro commerciale in un’area dove sono già presenti in maniera importante. Infine – sottolinea il sindaco Daniele Motta -, vogliamo dare, ripartendo dalla sentenza del Tar, un chiaro ed equilibrato assetto al nuovo Piano regolatore generale, tenendo conto della necessità di una significativa politica di rigenerazione urbana. Questa sentenza è un ulteriore stimolo per la mia Amministrazione che punta alla difesa del territorio e farà i dovuti passi per la realizzazione del così detto Parco delle torrette, fortemente voluto da ampi settori e associazioni presenti nella nostra comunità”.

Il Tribunale amministrativo regionale di Catania (presidente Francesco Brugaletta, consiglieri Federica Cabrini, estensore, e Agnese Anna Barone, legale per il Comune di Belpasso, avvocato Luca Ardizzone) ha valutato l’intero percorso amministrativo. La società Le Torrette srl, nel 2012 otteneva la concessione edilizia, mentre nel 2017 “stipulava con una nota azienda della Grande distribuzione un contratto preliminare di compravendita, condizionato al rilascio del titolo edilizio per la realizzazione di un centro commerciale”. Nel maggio dello stesso anno, la società presentava istanza per il rilascio di una variante al Piano di lottizzazione per la realizzazione della struttura commerciale al posto di una parte degli edifici residenziali, variante che veniva approvata a luglio dalla Regione Siciliana, con il parere favorevole della Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali di Catania, del Genio civile, nonché del responsabile del settore urbanistica del Comune di Belpasso. Il provvedimento, però, il 26 aprile 2018, veniva bocciato dal Consiglio comunale di Belpasso “con 10 voti contrari, 3 astenuti e 7 assenti”, rilevava il Tar che, però, pochi mesi dopo annullava la delibera per “difetto di motivazione, facendo però salvi gli ulteriori provvedimenti dell’Amministrazione comunale”. Nuovo pronunciamento del Consiglio comunale che, il 19 ottobre 2018, rigettava ancora la proposta con undici voti contrari, due favorevoli e due assenti. Da qui il ricorso della società Le Torrette, con l’esito finale della sentenza a favore del Comune di Belpasso.

Translate »