Omicidio di Ramacca: arrestato un giovane trentenne

Omicidio di Ramacca: arrestato un giovane trentenne

RAMACCA (CT) – È stato tratto in arresto, il brutale assassino che nel primo pomeriggio di ieri, ha ucciso due anziane sorelle di  Ramacca, Lucia e Filippa Mogavero, di 70 e 79 anni.

I corpi senza vita delle due donne sono state ritrovate dai Carabinieri all’interno della loro casa ubicata nella Piazza Margherita di Ramacca. Da subito gli inquirenti hanno pensato sin da subito Gli indizi trovati sulla scena del crimine ed il minuzioso controllo dell’area circostante hanno permesso di acquisire elementi utili alla ricostruzione del delitto e di reperire immagini di sistemi di videosorveglianza dalla cui visione, in particolare, i Carabinieri hanno avuto modo di concentrare l’attenzione, tra i numerosi frequentatori della piazza, su un individuo sospetto in prossimità dell’ingresso dell’abitazione delle vittime.

Si trattava la persona immortalata dalle immagini hanno fatto risalire ad un noto pregiudicato di Ramacca, Gianluca Modica, 30enne,con pregiudizi di polizia per reati inerenti gli stupefacenti.

Dopo una serie di accertamenti di natura tecnica, il giovane è stato trovato presso l’abitazione di alcuni parenti, presso tale abitazione i Carabinieri hanno rinvenuto evidenti tracce pertinenti il delitto ed in particolare tutti gli indumenti utilizzati dal trentenne. Oltre alle evidenti tracce ematiche rinvenute sull’abbigliamento, sono stati trovati due scarponcini marca Timberland, di cui uno privo della soletta interna, rinvenuta sulla scena del crimine sotto il cadavere di una delle due sorelle; inoltre è stato trovato un paio di jeans e una felpa con cappuccio, identici a quelli indossati dall’assassino delle due sorelle. Gli indumenti erano stati lavati con acqua, ma sottoposti ad accertamenti speditivi con appositi reagenti, si è potuto riscontrare che erano intrisi di sangue, cosi come un paio di calzini trovati all’interno del contenitore per i panni sporchi.

Sulla scorta dei gravi indizi di colpevolezza emersi nei confronti dell’indagato gli investigatori hanno proceduto nella notte al fermo di Gianluca Modica indiziato di delitto, che dopo l’interrogatorio del Pubblico Ministero è stato portato presso il carcere di Caltagirone a disposizione della Procura della Repubblica di Caltagirone.

Lascia un commento


Translate »