G20 Catania, il Ministro Bianchi visita l’istituto tecnico Nautico

G20 Catania, il Ministro Bianchi visita l’istituto tecnico Nautico

Il sindaco Salvo Pogliese ha accompagnato il ministro dell’Istruzione dell’Università Patrizio Bianchi che in una pausa dei lavori del G20 ha voluto visitare l’istituto tecnico Nautico di Catania diretto da Brigida Morsellino. All’incontro hanno partecipato anche il prefetto Maria Librizzi e l’assessore regionale all’istruzione Roberto Lagalla e alcuni studenti in rappresentanza degli allievi dell’istituto scolastico.

Il primo cittadino, che indossava la fascia di sindaco dell’ente metropolitano di Catania, ha rappresentato al ministro Bianchi “l’eccellenza di una scuola che è simbolo dell’interazione tra la formazione e il lavoro che da sempre ha perseguito con ottimi risultati, in una realtà difficile come una grande città del sud qual è Catania, con inaccettabili tassi di disoccupazione giovanile. Merito -ha aggiunto il primo cittadino- soprattutto della straordinaria dirigente scolastica Brigida Morsellino che conosco e apprezzo da tempo. Questo istituto scolastico -ha aggiunto il sindaco- testimonia quotidianamente le stesse tematiche affrontate in questo G20 a Catania, che hanno in questa scuola un esempio concreto di formazione che guarda al futuro e alle nuove professioni emergenti”. Pogliese ha ringraziato il ministro Bianchi per la grande attenzione che egli nella qualità di rappresentante del governo nazionale, ha mostrato per la città di Catania:”Da lui -ha detto il primo cittadino- sono arrivati grandi apprezzamenti per l’organizzazione del G20 e la bellezza della nostra città su cui vuole tornare a breve. Nelle prossime ore faremo il bilancio di questa splendida due giorni che ha rilanciato la nostra città alla ribalta nazionale e internazionale, viatico per una nuova fase di crescita e sviluppo della nostra comunità, fortemente segnata dalla pandemia e dalla grave crisi economica e sociale, senza contare il dissesto finanziario del Comune che abbiamo eredidato”.

Lascia un commento


Translate »