Unict per i migranti: a Catania si valutano le qualifiche accademiche e lavorative dei rifugiati

ShareL’Università di Catania è tra le istituzioni accademiche che, in ottemperanza alla “Convenzione sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all’insegnamento superiore nella Regione europea” (anche nota come Convenzione di Lisbona) del 1997, valuta i titoli accademici e scolastici dei rifugiati politici. L’Ateneo catanese partecipa, infatti, al progetto sperimentale per il rilascio dell’“European Qualifications Passport for Refugees“, un documento che valuta i titoli di istruzione superiore … Leggi tuttoUnict per i migranti: a Catania si valutano le qualifiche accademiche e lavorative dei rifugiati

BELPASSO: NELLA CAVA DI PIETRA LAVICA VA IN SCENA “VOCI PER L’ETNA”

ShareBELPASSO –  Due settimane per scolpire l’opera monumentale che sarà posta nei pressi del Municipio per ricordare la devastante eruzione del 1669 che seppellì l’antica Malpasso. A lavori ultimati, eseguiti dal professore Antonio Portale e dagli studenti dell’Accademia di Belle arti  Federico Alibrio, Sebastiano Tanasi e Giulia Barbuzza, venerdì 5 luglio, alle 19,30, nella cava Grasso Basalti (Strada provinciale 56 I per Camporotondo), dove sono stati … Leggi tuttoBELPASSO: NELLA CAVA DI PIETRA LAVICA VA IN SCENA “VOCI PER L’ETNA”

Il rettore Basile si è dimesso

ShareIn una lettera inviata questa mattina al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, il professor Francesco Basile ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di Rettore dell’Università di Catania, che ricopriva dalfebbraio 2017. “A seguito della nota vicenda giudiziaria avviata dalla procura della Repubblica di Catania che vede coinvolti, in qualità di indagati, numerosi docenti dell’Università di Catania … Leggi tuttoIl rettore Basile si è dimesso

Belpasso, istituito l’osservatorio permanente sulle legalità e sicurezza

ShareBELPASSO – Con l’unanimità dei presenti, il Consiglio comunale, presieduto da Gaetano Campisi ieri sera ha approvato l’istituzione dell’Osservatorio permanente sulla legalità e sicurezza. “E’ un organismo con funzioniconsultive, propositive, centro di studio, ricerca, documentazione, iniziativa sociale a sostegno della legalità e per la lotta alla criminalità”, si sottolinea nel documento approvato. “E’ uno strumento che qualifica la nostra azione amministrativa, che … Leggi tuttoBelpasso, istituito l’osservatorio permanente sulle legalità e sicurezza

“Jackson Friends” live show il tributo al re del pop Michael Jakson

ShareCATANIA- Grande attesa per l’undicesima edizione di “Jackson Friends Live Show”, un vero tributo al re del pop Michael Jackson che sabato 22 giugno, nel decennale della sua scomparsa, vedrà avvicendarsi sul palco del parco commerciale Le Zagare la partecipazione di numerosi artisti siciliani che tra danza e canto ricorderanno l’artista più premiato ed applaudito nella storia della musica internazionale. La serata evento, promossa dal parco … Leggi tutto“Jackson Friends” live show il tributo al re del pop Michael Jakson

Al centro Zo la presentazione della quarta stagione di prosa contemporanea di Teatro Mobile

ShareCATANIA- Teatro Mobile di Catania, nato da un’idea di Francesca Ferro, presenterà la quarta stagione di prosa contemporanea 2019/20 martedì 25 giugno, ore 11.30, a Zo Centro Culture Contemporanee. “Sarà una chiacchierata informale- dichiara il direttore artistico Francesca Ferro- con i protagonisti di questa stagione, un resoconto dei tre anni di attività e la presentazione delle tante interessanti novità di questo … Leggi tuttoAl centro Zo la presentazione della quarta stagione di prosa contemporanea di Teatro Mobile

Grande partecipazione per la giornata conclusiva di Dance Day 2019, l’evento fitness più atteso dell’anno

ShareCATANIA- Oltre 1000 persone hanno partecipato alla giornata conclusiva della seconda edizione di Dance Day 2019, l’evento fitness più atteso dell’anno, promossa dal parco commerciale Le Zagare ed organizzato dall’associazione “InMove” in collaborazione con “PromoPaola”.  Una domenica all’insegna dello sport e del divertimento con Les Mills, Zumba Fitness, Jazzercise, Sambafit, Round Boxe, Ginnastica Ritmica e Arti Marziali le discipline insegnate dai diversi personal trainer presenti nell’arco di una … Leggi tuttoGrande partecipazione per la giornata conclusiva di Dance Day 2019, l’evento fitness più atteso dell’anno

Al via la XVIII Kermesse di moda Teatrale. Annunciati i nomi dei vincitori

CATANIA – “Da ben diciotto anni gli allievi della professoressa Liliana Nigro non smettono di regalarci nuovi successi ed emozioni”. Con queste parole Vincenzo Tromba, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania,  dalla sala congressi dell’Hotel Principe di Catania spiega il progetto didattico e culturale della XVIII Kermesse di Moda Teatrale che si svolgerà venerdì 28 giugno, ore 21.00, a Villa Pantò. Iniziativa organizzata da Liliana Nigro e promossa dall’Accademia di Belle Arti con il sostegno di Maison Du Cochon, il Consorzio Gonimos Servizi, Hotel Il Principe Catania, Agostino Zanti parrucchieri, Show Business Catania, Demetra Officine Fotografia, Nicotra Formazione e ObyWhan agenzia di viaggi .

In passerella nell’elegante scenografia creata da Aldo Zucco sfileranno oltre trecento abiti e costumi teatrali disegnati e creati da ben 150 allievi dell’Accademia di Belle Arti appositamente per l’elegante serata di gala coadiuvata dalla direzione tecnica degli assistenti Iolanda Manara, Stefania Giuffrida, Giulia Riga, Veronica Maugeri, Roberto Vinciguerra, Lidia Di Mauro e Piero Giuffrida.

Tema di quest’edizione, dal titolo Stelle e strisce- Gran Varietà”, la parità di genere per sensibilizzare la comunità verso chi sceglie di vivere la propria sessualità diversamente ricordando i grandi costumisti e stilisti come, fra i tanti, Luca Sabatelli, Piero Tosi e Milena Canonero, che tra lustrini e paillettes richiameranno alla memoria i fasti delle iconiche subrette come Wanda Osiris o Raffaella Carrà.  

Hanno animato la conferenza stampa, coordinata dalla giornalista Elisa GuccioneLiliana Nigro, curatrice ed ideatrice della longeva manifestazione, Vincenzo Tromba, direttore dell’Accademia di Belle Arti, Carmelo Rosario Cannavò, attore e regista,Nicola Costa, attore e regista, Gino Astorina, attore, Francesco Francois Turrisi, musicista e cantante,Angelo Vitti, stilista, Toni Agnello, membro Consorzio Gonimos, Gabriella Grasso, Teatro delle Vanità .

L’incontro è stato arricchito dalla presenza di alcune modelle che hanno indossato per l’occasione gli abiti della scorsa edizione. 

Ricevere un premio a casa propria- dichiara Nicola Costa- è sempre fonte di grande gioia ed emozione, perché un riconoscimento assegnato da un Istituzione pubblica come l’Accademia di Belle Arti di Catania fa sperare che esiste un futuro per il teatro inteso come arma di comunicazione ed educazione e non come poltrona politica da dove gestire e manovrare la cultura per i propri interessi”. Dello stesso parere Carmelo R Cannavò: “Gli sforzi economici non indifferenti di chi si occupa di promuovere cultura offrendo un buon prodotto teatrale ad un pubblico sempre più esigente da chi non riceve finanziamenti pubblici vengono premiati da gratifiche professionali ed anche personali come il premio assegnato dall’Accademia di Belle Arti di Catania”.

Parole forti e dirette che intendono premiare non solo l’impegno degli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo e i giovani e talentuosi stilisti della Maison Du Cochon ma anche le tante eccellenze siciliane che si sono distinte per il loro impegno culturale.

Per la longeva e prolifica carriera sarà premiato con un’esclusiva creazione realizzata appositamente dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti l’attore Andrea Tidona indimenticabile protagonista nel ruolo del pittore comunista de “I cento passi”, il procuratore capo Giacomo Fiesole ne “Il giudice meschino” e volto di Giovanni Falcone nel “Capo dei capi”, Rocco Chinnici in “Paolo Borsellino” e “il dottor Alfredi” in “Braccialetti rossi” una vera eccellenza siciliana che con la sua arte ha dato luce e spazio alla nostra terra, protagonista indiscusso tra Teatro, Cinema e Televisione. Per aver saputo raccontare la Sicilia in maniera trasversale ed eterogenea l’intera commissione dell’Accademia di Belle Arti di Catania premia come Personaggio dell’Anno l’attore David Coco, interprete della pluripremiata serie “Il cacciatore”, protagonista di eccellenti spettacoli teatrali come “La creatura del desiderio” e prossimamente al cinema nel ruolo di Piersanti Mattarella nel film di Grimaldi dedicato all’omicidio del presidente della Regione Siciliana assassinato da Cosa nostra. A Gino Astorina e quelli del Gatto Blu con le loro battute, gag esilaranti e la voglia di non prendersi mai sul serio raccontando da ben trent’anni Catania e la “liscia” tipica dei catanesi in spettacoli divertenti ed intelligenti va il premio Teatro eSpettacolo. Per la sezione “Sviluppo Culturale” si aggiudica il premio Nicola Costa e Il Centro Studi Teatro e Legalità Accademia d’Arte drammaticarealtà teatrale tra le più innovative ed intelligenti capaci di contrastare attivamente con spettacoli di denuncia contro la mafia e il femminicidio la crisi del teatro catanese. Per la sezione Libri il premio va allo scrittore Ottavio Cappellani raffinata penna di successo apprezzata e recensita anche dal New York Times per l’ultima fatica letteraria “La Sicilia spiegata agli eschimesi”, Sem edizioni, da cui è stata tratto l’omonimo spettacolo diretto da Guglielmo Ferro. “La vera storia del bandito Giuliano” pièce in due atti sul re di Montelepre, storia ancora oggi a distanza di settant’anni avvolta nel mistero, diretta Carmelo R. Cannavò, dopo due anni di repliche applaudita da critica e da pubblico si aggiudica il premio come spettacolo dell’anno. Per la sezione musica e radio sarà premiato Francesco Francois Turrisi cavaliere del rock anni ottanta made in Catania. Lo stilista Luca Litrico firma internazionale ed acclamata dalle passerelle di New York, Londra, Tokyo, Parigi e Mosca si aggiudica il premio per la sezione Moda. A Rita Angela Carbonaro mamma di un tempio del sapere come  le biblioteche riunite Civica e Ursino Recupero va il premio alla cultura. Ad Elisa Franco apprezzata attrice e regista teatrale va il premio per la sezione Teatro. A Davide Cordova in arte Fuxia protagonista del film “Più buio di mezzanotte” del regista Sebastiano Riso applaudito a Cannes e premiato con ben sei nastri d’argento va il premio come performer. Al fashion blogger Luciano Aristide Russo esperto di moda si aggiudica la sezione comunicazione e marketing.

Diretto ed immediato l’intervento di Gino Astorina: “Chi arriva al successo facendo il lavoro dell’attore è un privilegiato e dobbiamo sempre ringraziare chi crede in noi, perché fuori di qui ci sono altri cento, forse più bravi, che non hanno avuto la nostra stessa fortuna”. 

Conclude l’incontro Liliana Nigro: “Ho sempre creduto nell’impegno e nella costanza dei miei ragazzi e lotto quotidianamente da ben diciotto anni affinché le loro creazioni e la loro arte ottengano nel mondo del lavoro il giusto spazio che meritano per un futuro dove i loro sogni possano diventare concretezza reale e tangibile”. La serata di gala del 28 giugno sarà arricchita dalla performance di burlesque interpretata dal Teatro delle Vanità, dalla collezione dello stilista romano  Angelo Vitti, mentre gli abiti da sposa della maison Amelia Casablanca concluderanno sotto un cielo di fuochi d’artificio la XVIII kermesse di moda teatrale.

Conto alla rovescia per la presentazione-concerto evento di “Avevo un beat” dei The Bluff

CATANIA- Dopo aver infiammato gli studi Rai di Stracult con il brano “Avevo un beat”, tormentone dell’estate 2019, i The Bluff”, il dream team del rock’n roll catanese composto da Francois Francesco Turrisi, (voce e chitarra) Renny Renato Zapato, (voce), Carmelo Mel Quartarone, (batteria), Luke Luca Nicotra, (voce e chitarra solista), Carmelo “the Big Bamboo” Sfogliano, (voce e piano), Silvio “the Lord” Chiodo, (basso), Giuseppe “Peeppo” Aiello, (sax), il meglio del rock degli anni ottanta con il loro irrefrenabile ritmo, l’irresistibile simpatia e l’innegabile bravura martedì 25 giugno, ore 22.30, al bar lido Esagono presentano alla stampa e agli appassionati di musica a suon di twist, rock’n roll e ovviamente beat la loro ultima fatica musicale.

“Ognuno di noi- raccontano Renny Zapato e Francois Turrisi front man della band ideatori del video stile american graffiti diretto da Mel Stoutman– quando sale sul palco dopo i primi tre secondi dimentica i problemi lavorativi e si diverte dando libero sfogo alla propria anima adolescenziale, perché sono convinto che almeno due vite dobbiamo averle in quanto quell’arco di tempo che va dai 18 ai 50 anni avviene in un battito di ciglia ed è necessario non prendersi mai troppo sul serio e dare spazio alle nostre qualità”.  

Un sound contagioso che mescola sapientemente il beat degli anni sessanta insieme al grande rock degli anni cinquanta con delle sfumature che ricordano lo stile internazionale e sofisticato di Ray Charles e il primo Peppino Di Capri creando un mix unico e coinvolgente che i sette cavalieri del rock made in Catania  amalgamano perfettamente creando qualcosa di unico, che  con il suo ritmo trascinante fa ballare uomini e donne di tutte le età anche i più timidi. 

“La musica è una ricarica mentale che ti permette di rimanere sempre giovane e un po’ folle ed è quello che accade a tutti i componenti dei The Bluff-  continuando divertiti Renny Zapato e  Francois Turrisi che durante la presentazione-concerto distribuiranno anche merchandising come magliette con la riproduzione della copertina del singolo disegnata da Claudio Greg Gregori-. C’è lo stesso spirito di quando ci si rincontra dopo anni con i compagni di scuola e indipendentemente da cosa si è diventati scatta quella magia e goliardia tipica dei quindici anni, dove il tuo obiettivo è divertirsi e vivere appieno quello che si sta facendo”.

Il progetto discografico “Avevo un beat”, prodotto dalla Rockers Island records e mixato daTony Carbone ex Denovo che oggi ritorna sul palco nuovamente ad abbracciare il basso con Francois e Le coccinelle, ha riunito tutti i front man dei gruppi storici dei Rockfellas, Melotones, Rhino Rockers e Le coccinelle, contagiando tutta Italia che presto vedrà i “The bluff” in concerto in giro per la penisola con la loro sana voglia di divertirsi e divertire in nome del rock.

9° Congresso Provinciale Sindacato Autonomo di Polizia: Coco riconfermato Segretario Provinciale

ShareNella giornata di Venerdì presso la sala conferenze dello Sheraton, si sono svolti i lavori del 9° Congresso Provinciale del SAP, il maggiore Sindacato della Polizia di Stato di Catania. L’iniziativa ha permesso ai 70 delegati provinciali e a tantissimi iscritti al SAP, di partecipare in autoformazione alla conferenza tenuta in mattinata   sulla proposta di legge “Garanzie funzionali per le Forze di Polizia … Leggi tutto9° Congresso Provinciale Sindacato Autonomo di Polizia: Coco riconfermato Segretario Provinciale

Translate »