Sport e sana alimentazione: Rotary Catania Duomo 150 e Personale sanitario della NAS Sigonella americana al Circolo Didattico S. G. Bosco di Biancavilla

Sport e sana alimentazione: Rotary Catania Duomo 150 e Personale sanitario della NAS Sigonella americana al Circolo Didattico S. G. Bosco di Biancavilla

Approcci “schizzinosi” al cibo, che culminano nel rifiuto di mangiare frutta fresca e verdura fresca, sono atteggiamenti comuni durante l’infanzia. Recenti studi concordano nell’individuare strette correlazioni tra questi comportamenti alimentari anomali del bambino, definiti “neofobici” (“neofobia” = paura delle novità, nel caso specifico paura di provare alimenti mai o raramente mangiati in precedenza, come la frutta e la verdura), da una parte, e, dall’altra, incongrue convinzioni sull’alimentazione da parte dei genitori, incongrue abitudini alimentari dei genitori ed alcune emozioni patologiche, che si slatentizzano in famiglia durante i pasti consumati a casa. Purtroppo questi atteggiamenti neofobici, che condizionano il rifiuto, parziale o totale, di mangiare frutta e verdura, così diffuso nella popolazione infantile, hanno conseguenze catastrofiche non solo individuali ma anche estesamente sociali nel mondo occidentale. Conseguenze che consistono in un drammatico picco di incidenza dell’obesità infantile, con consensuale aumento dell’incidenza di diabete mellito di tipo II, dell’ipertensione arteriosa diastolica, delle vasculopatie periferiche, dell’infarto miocardico, dell’ictus cerebrale e dei tumori maligni nella popolazione adulta e, in parte, anche nella popolazione giovanile.

Il Rotary Club Catania Duomo 150, da sempre sensibile ai problemi socio-sanitari della popolazione nel territorio, ha elaborato e messo in pratica un progetto di Service volontario e gratuito, denominato “Spremisalute”. La consapevolezza dell’esistenza delle succitate correlazioni ha indotto il Club ad un approccio di tipo “relazionale” al problema del rifiuto e del ridotto consumo di frutta e verdura da parte dei bambini. Un approccio basato, cioè, sull’ipotesi che sia i genitori sia i bambini sia i docenti scolastici abbiano la possibilità di contribuire a migliorare la qualità della loro alimentazione, a condizione che si riesca ad interagire educativamente a) sui genitori; b) sui figli; c) sui rapporti tra genitori e figli d) sugli insegnanti. Pertanto, sono state organizzate una serie di giornate educative nelle scuole dei Comuni dell’Area Metropolitana di Catania, finalizzate all’educazione alimentare tanto dei genitori quanto degli alunni quanto del corpo docente scolastico.

Nel corso delle giornate, le ultime due delle quali si sono svolte mercoledì 19 maggio e venerdì 21 maggio al Circolo Didattico “S.G. Bosco ” di Biancavilla, sono stati tenuti dei seminari interattivi multimediali a cura del dott. Marcello Stella, Presidente in carica del Rotary Club Duomo 150, seguiti da dibattiti molto partecipati e protratti. Agli eventi formativi di questa settimana si è unita una delegazione del personale sanitario dell’Ospedale Militare della Marina Militare degli Stati Uniti della base NAS Sigonella, accompagnato dal Responsabile Relazioni Esterne della base statunitense Alberto Lunetta.

Ai seminari hanno fatto seguito attività didattiche pratiche, consistenti nella degustazione di premute integrali di frutta fresca preparate sul momento grazie alla macchina “Spremisalute” messa a disposizione gratuitamente dall’imprenditrice raddusana Paola Nicolosi che ha brevettato un’originale macchina di spremitura automatica a freddo. Le spremute ricchissime di fibre, di sali minerali e di antiossidanti sono infatti ideali per gli spuntini scolastici di metà mattinata nonché per la reidratazione dopo gli esercizi fisici.

Naturalmente, gli stessi esercizi fisici sono mancati: i seminari e le degustazioni sono stati accompagnati da lezioni di ginnastica fatte dai volontari militari della base USA agli alunni della scuola.

“Ringrazio il Rotary e il personale sanitario della NAS Sigonella americana per avere regalato un’esperienza indimenticabile e altamente formativa ai nostri alunni che hanno già affrontato da tempo il tema dell’educazione alla corretta alimentazione,” ha detto il Dirigente scolastico prof.ssa Angela Pistone.

Lascia un commento


Translate »